Questa settimana occhi puntati su un talentuoso 2005 , scoperto nel torneo  organizzato da ‘Sport & Fun’, tra le fila del settore giovanile, della scuola calcio “Materdei“.

Da Lago Patria al cuore di Napoli

Si chiama Christian Canneva è napoletano e vive a Lago Patria con la sua famiglia. La location residenziale è abbastanza lontana dalla sede degli allenamenti ma questo non gli impedisce di esserne sempre presente. Come stiamo dimostrando costantemente, la sua vivace brillantezza non risalta solo nell’ambito calcistico ma anche in quello scolastico, dove con impegno ottiene ottimi risultati.

Dopo la scuola media continuerà a coltivare il suo sogno di diventare un calciatore professionista e seguirà anche un percorso scolastico superiore nel settore alberghiero. Quanta maturità in questi pochi anni! Voglia di realizzarsi sia come atleta che come lavoratore professiosnista. Come hobby e passioni ha un grande senso sociale e voglia di stare tra gli amici ed ama il gioco multimediale.

In questi due anni al Materdei è cresciuto molto ed è stato valutato da squadre del settore professionistico che l’hanno ospitato per uno stage di qualche giorno. Genoa, Padova ed Ascoli lo seguono e quest’anno fa anche parte dell’Under 14 regionale della Campania.

Punti di forza

Dotato di una buona fisicità e forza e di un buon sviluppo muscolare, sa difendere la palla e la tecnica del tiro è efficace. Cerca di sfruttare ambo i piedi  ma è senza dubbio un destro. Anche il gioco di testa, difficile per i ragazzi di questa età è ben condotto da Christian.

Punti di debolezza

Se da un lato la sua struttura lo aiuta, dall’altro gli fa perdere un po’ in rapidità, aspetto nel quale sta lavorando molto.  Deve migliorare di più l’attenzione ed evitare di deconcentrarsi. Anche “l’uno contro uno” va perfezionato, facendo in modo che possa sfruttare la sua corporatura eludendo e pressando la difesa senza problemi.

Conclusioni

Se il giovane attaccante , migliorerà la confidenza con il suo corpo e comprenderà ancora meglio le sue capacità si sentirà senza dubbio, presto, parlare di lui.

Potrebbe interessarti

UNIVERSIADI 2019: Italia in semifinale

È proprio il tre il numero perfetto! Tre le partite giocate dalla nazionale italiana di ca…