Prima la rissa, poi gli spari in ospedale. Una follia inspiegabile che porta la firma di Arda Turan. Alla fine dello scorso anno, il calciatore turco di proprietà del Barcellona, ma girato in prestito al Basaksehir, si è reso protagonista di una rissa con la star Berkay Sahin in una discoteca di Istanbul alla fine dell’anno scorso, lasciando la cantante con il naso rotto.

Come se non bastasse, Turan si è recato in ospedale ed ha sparato a terra per spaventare i presenti. Per questa serata folle, Arda è stato condannato a due anni e otto mesi di carcere. Le altre accuse sono state possesso illegale di armi e lesioni intenzionali. Tuttavia, il tribunale ha rinviato l’esecuzione del verdetto: Turan non andrà in prigione a meno che non commetta un crimine nei prossimi cinque anni.

Potrebbe interessarti

Giugliano, Sestile: “Mai avuto incontri, Agovino resta”

“Per me è come se la notizia non esistesse. Anzi, la notizia è infondata”. Salvatore Sesti…