Fatta eccezione per Lione – Juventus, le coppe europee ci hanno una lunga sfida Italia – Spagna. La prima battaglia l’ha stravinta stasera l’Atalanta nel doppio confronto col Valencia. Poi però, c’è l’Europa League che vedrà Inter e Roma sfidare due compagini iberiche: rispettivamente Getafe e Siviglia.

In coro

Negli ultimi giorni Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori, si è fatto paladino della battaglia dell’AIC, per non esporre i calciatori professionisti al rischio, in primis di allenarsi, e di conseguenza di giocare, visto che il calcio è uno sport di contatto ed i protagonisti in campo sarebbero dunque, ad alto rischio contagio.

Approfittando della doppia sfida il presidente dell’AIC ha cercato una spalla nella sua battaglia nel collega David Aganzo Mendes, presidente dell’AFE, l’assocalciatori spagnola, sfondando una porta aperta. Tale da produrre un comunicato congiunto tra le due associazioni, in cui si chiede di non giocare la doppia sfida di Europa League.

Restrizioni spagnole

Comunicato a parte ad oggi appare davvero complicato che le due partite si giochino. Motivo? Il governo spagnolo ha bloccato tutti i voli da e per l’Italia. Sarà dunque, difficile che la Roma raggiunga Siviglia ed il Getafe possa arrivare a Milano.

Il comunicato di AIC ed AFE

La situazione italiana, spagnola ed europea riguardo la grave crisi sanitaria dovuta alla diffusione del virus Covid19 ci sta mettendo davanti a decisioni sofferte e purtroppo inevitabili.

In questa settimana sono in programma tre partite tra squadre italiane e spagnole.

Valencia – Atalanta si è giocata a porte chiuse ma nella giornata di oggi (martedì 10/03/2020, ndr) il governo spagnolo ha alzato il livello di emergenza vietando tutti i voli da e per l’Italia.

In Italia il livello di emergenza nazionale aumenta di ora in ora.

Giocare una partita a Milano nei prossimi giorni metterà a rischio della propria salute molte persone.

I viaggi tra l’Italia e la Spagna nelle prossime settimane saranno sempre più complicati e pericolosi.

Anche le partite di ritorno della prossima settimana sono fortemente a rischio di doversi svolgere in condizioni emergenziali per i due Paesi.

AIC e AFE congiuntamente chiedono pertanto a UEFA che le partite che coinvolgono squadre italiane e spagnole siano sospese per poterle svolgere in condizioni di maggior sicurezza e con una minor emergenza nei due Paesi.

Il Coronavirus sta diventando un tema europeo e non più solo italiano. Confidiamo che una profonda riflessione su tutta la calendarizzazione delle competizioni europee venga fatta anche alla luce delle notizie che peggiorano di ora in ora.

Potrebbe interessarti

Dream Team Calcio Femminile | Nuova casa da sogno: Mian Sport Village

In linea con una programmazione ambiziosa e ben definita, il Dream Team Calcio Femminile b…