Riflessioni su Carlo Ancelotti, ma al momento tutto tace. È questa la sensazione che emerge dal ventre del San Paolo, con il tecnico pronto ad avere un confronto con la squadra alla ripresa. Lo ha lasciato intendere anche nelle dichiarazioni post-partita, ma ciò che più filtra in questo momento è il clima di delusione che si percepisce nei corridoi dell’impianto di Fuorigrotta. I calciatori stanno sfilando via a testa bassa. La società in questo momento è in rigoroso silenzio. Il presidenteAurelio De Laurentiis è rimasto a Roma per impegni e non ha seguito la partita allo stadio, ma ha potuto guardate il disastro tecnico-tattico di questo Napoli in televisione. Nelle prossime ore non sono in programma decisioni importanti, anche se dalla parte di Ancelotti pesa soprattutto il contratto più che altri fattori. Il flop dell’allenatore è evidente. 

Tra l’altro, il tecnico non si è risparmiato bordate alla squadra e ha anche bocciato definitivamente il 4-3-3 utilizzato contro il Bologna, parlando della necessità di attuare un atteggiamento più compatto. Il problema è che non c’è molto tempo e adesso l’obiettivo reale resta quel quarto posto che va inseguito con le unghie e con i denti. Con chi in panchina non si sa ancora. La notte porta consiglio e a Roma si parlerà soprattutto di Carlo Ancelotti.

Potrebbe interessarti

Savoia, altro exploit e Parlato racconta l’impresa su modulo e attaccanti

L’allenatore Carmine Parlato racconta la vittoria del Savoia arrivata sul campo del …