La Champions si fa sempre più lontana, ma Napoli-Roma non sarà mai una partita come tutte le altre. Le due formazioni arrivano al big match in seguito a due pesanti sconfitte rispettivamente contro Atalanta ed Udinese. Tanta sarà dunque la fame delle due squadre, che sulla carta sono ancora in corsa per la lotta al quarto posto, ma di fatto sono dietro ad un Atalanta in fiducia, la quale nel match contro gli Azzurri ha dimostrato di voler conquistare a tutti i costi la qualificazione. D’altronde i bergamaschi godono di un vantaggio di 12 lunghezze nei confronti dei giallorossi e di 15 sugli azzurri. Difficile dunque pensare ad una rimonta che avrebbe del clamoroso.

Napoli-Roma, però, non può essere una partita come tutte le altre non soltanto perché a separare le due formazioni ci sono soltanto 3 punti: difatti l’interruzione del gemellaggio fra le due tifoserie, avvenuta nel 1987, ha fatto sì che nel tempo venissero disputate sfide all’insegna dell’agonismo e del bel calcio. Per non parlare del fattore che riguarda gli ex: nel Napoli difatti figurano Manolas e Mario Rui, entrambi ex Roma. Tra i giallorossi Amadou Diawara, mediano classe 1999 ex Napoli.

Come arrivano al match le due formazioni

Gli Azzurri vorranno di certo riscattare il brutto ko di Bergamo. Quale occasione migliore se non la sfida contro la Roma, che permetterebbe agli uomini di Gattuso di riacciuffare il quinto posto? E dunque il tecnico calabrese schiererà tra i pali Meret, dopo il colpo al volto subito da Ospina; in difesa sugli esterni ci saranno Di Lorenzo e Hisaj, favorito sul portoghese Mario Rui dopo la brutta prova contro l’Atalanta, al centro la consolidata coppia Koulibaly-Manolas. In mediana confermato il trio Demme-Zielinski-Fabian Ruiz, ma occhio ad Elmas, che potrebbe prendere il posto di un Fabian Ruiz apparso sottotono contro l’Atalanta. Per il reparto offensivo, invece, riconfermato al centro Dries Mertens, con al suo fianco Callejon (favorito su Politano) ed Insigne.

I Giallorossi invece ritrovano gli squalificati Pellegrini e Veretout, ma perdono Perotti a causa dell’espulsione rimediata contro l’Udinese. Tra i pali Fonseca schiera ancora Mirante, che completerà il reparto difensivo formato da Zappacosta, Mancini, Smalling e Kolarov. A centrocampo spazio a Veretout e Cristante, coadiuvati dal lavoro del trio formato da Pellegrini, Kluivert e Mkhitaryan, dietro l’unica punta Edin Dzeko.

Queste le formazioni al completo:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Hisaj; Demme, Zielinski, Fabian Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore Gennaro Gattuso

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Zappacosta, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante, Kluivert, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore Paulo Fonseca

Potrebbe interessarti

Ancora Portici sul mercato: firma un centrocampista ex Nola

Il Portici 1906 pesca ancora dalla D: questa volta firma un classe 1999. Si tratta di Genn…