Dopo la sosta per la Nazionale torna in campo la Serie A con il Napoli di mister Marino che ospita la Juventus degli Agnelli e di mister Guarino. Ovviamente non è mancato l’omaggio a Diego Armando Maradona.

LA PARTITA – Il Napoli si presenta a questo match con diverse assenze, una su tutte quella di capitan Paola Di Marino. Assenze importanti anche per le bianconere: Giuliani è restata a Torino per un affaticamento muscolare, mentre la centrocampista Sofie Junge Pedersen è rimasta in Danimarca, dove si era recata per disputare la gara con l’Italia, per smaltire il Covid-19, mentre capitan Gama dopo esser rientrata in campo con la Nazionale di accomoda in panchina, al suo posto la rientrante Salvai. Parte subito forte il Napoli che, complice il vento a favore, crea dei problemi alla retroguardia avversaria. E’ della Juventus la prima occasione da gol con la centrocampista Zamanian che di testa ci prova, ma Mainguy para in due tempi. Il Napoli pressa a tutto campo. La Juventus è in partita ci prova prima con Bonansea e poi con Caruso ma le loro conclusioni terminano di molto a lato. Il Napoli si fa vedere con un’azione di forza di Errico, che tiene botta a Sembrant, ma la palla termina tra le braccia di Bacic. Al 29′ è Huchet che con un bel tiro dalla distanza chiama alla parata Bacic, che manda in angolo. Questo sono solo le prove per le partenopee che sul finire del primo tempo trovano il gol del vantaggio con Huchet che dalla distanza batte l’incolpevole portiere bianconero. 

Ad inizio ripresa Guarino manda in campo subito Cernoia e la musica cambia. La Juventus vuole il pareggio. Bonansea ci prova ma la sua conclusione esce di poco a lato. Al 54′ Bonansea crea per Alves, ma l’estremo difensore azzurro è brava nell’uscita e spazza. Poco dopo il Napoli si fa vedere con un bel tiro di Jansen, ma Salvai spazza via ed evita il pareggio. Al 60′ la Juventus trova il pari: Cernoia allarga per Girelli, palla rimpallata sulla quale si avventa Maria Alves che di testa manda la palla in porta. La Juventus acciuffa il pari, ma vuole la vittoria per continuare la sua striscia positiva e si tutta in avanti in cerca del gol dell’1-2. Guarino manda in campo anche la svedese Hurtig, che al 60′ chiama all’intervento Mainguy. Per l’estremo difensore francese si tratta dell’ultima partita in maglia partenopea. All’81’ la Juventus trova il gol del vantaggio. Fallo di Errico su Hurtig, il direttore di gara concede il rigore. Dagli undici metri si presenta Girelli che batte Mainguy, che aveva indovinato la traiettoria. Nel finale mister Marino manda in campo anche Goldoni per acciuffare il pareggio, ma non c’è più tempo. La Juventus porta a casa la vittoria, sofferta, ma importantissima per tener distanze il Milan, oggi vittorioso contro la Fiorentina. Per il Napoli, invece, resta l’amarezza per un primo tempo giocato da grande squadra mettendo in difficoltà le campionesse in carica, sicuramente bisognerà ripartire fa qua per raggiungere la salvezza.

 

Napoli – Juventus 1-2 

Reti: 39′ Huchet (N), 60′ Alves, 81′ rig Girelli

Napoli: Mainguy; Cameron, Huynh, Di Criscio, Oliviero; Jansen (73′ Biel), Errico, Huchet; Cafferata (85′ Goldoni), Hjohlman (80′ Capparelli), Popadinova. A disp. Perez, Groff, Abati, Nencioni, Risina, Nocchi. All. Marino.
Juventus: Bacic; Lundorf, Salvai, Sembrant, Boattin, Caruso, Galli, Zamanian (45′ Cernoia) Maria Alves (67′ Hurtig), Girelli (93′ Ippolito), Bonansea (79′ Staskova). A disp: Tasselli, Hyyrynen, Gama, Giordano, Berti. All. Guarino.
Ammonite: Caruso, Oliviero (N), Sembrant

Potrebbe interessarti

Coppa Italia: Pomigliano – Juventus 1-5

Al “Gobbato” va di scena il recupero della seconda giornata della fase a gironi di Coppa I…