Il Napoli vince forse la partita più importante della stagione nella corsa alla qualificazione in Champions. Battendo la Lazio gli azzurri guadagnano punti su Milan, Atalanta, Roma e Lazio stessa in un colpo solo. Una prestazione sontuosa che si chiude con un perentorio 5-2 a favore dei padroni di casa. Con le due reti laziali maturate nell’unico momento di flessione sul 4-0 partenopeo.

La squadra di Gattuso è ancora al quinto posto, ma adesso a sole due lunghezze da Atalanta e Juventus e tre dal Milan. Dall’altra parte i biancocelesti vedono ridursi le proprie chance di rimonta in classifica. Anche se vincendo il recupero con il Torino non sarebbero del tutto tagliati fuori.

La cronaca di Napoli – Lazio

Al quarto minuto proteste laziali per un intervento di Hysaj su Lazzari lanciato a rete. Di Bello va all’On Field Review e finisce per dare il rigore al Napoli per un fallo di Milinkovic-Savic su Manolas, sul calcio d’angolo da cui era partito il contropiede laziale. Dal dischetto Insigne non sbaglia e batte l’ex Reina. Napoli subito in vantaggio.

Passano appena cinque minuti e gli azzurri trovano il raddoppio. Stavolta la ripartenza è degli uomini di casa. Insigne lancia per Mertens, che allarga per Politano. L’ex interista punta Fares e fa partire il sinistro diretto sul primo palo sul quale Reina avrebbe potuto fare di più.

Al 19′ arriva la risposta della Lazio. Penetrazione in area di Milinkovic-Savic che lascia a Correa. Destro dell’argentino che sbatte sul palo interno ed esce fuori dallo specchio. Sugli sviluppi dell’azione gli ospiti insistono con Leiva che trova Immobile sul secondo palo. Controllo del napoletano e chiusura provvidenziale di Manolas. Sette minuti più tardi è ancora la volta della Lazio che va vicina al gol con Luis Alberto. La conclusione dello spagnolo termina di poco fuori alla destra di Meret. La formazione capitolina pressa il Napoli e ci prova ancora al 33′ con Immobile, il cui destro da fuori area però, termina fuori dallo specchio della porta napoletana.

Il secondo tempo di Napoli – Lazio

La ripresa si apre subito con il Napoli in proiezione offensiva. Zielinski trova al gol ma viene annullato per fuorigioco. Al 52′ la Lazio va ad un passo dal gol con un bel tracciante di Radu in area che pesca l’inserimento di Immobile. Il bomber biancoceleste tocca ma trova la risposta di Meret. Sul capovolgimento di fronte il Napoli chiude la partita. Scambio Insigne-Hysaj. Il frattese riceve il tocco di ritorno dall’esterno e si esibisce nel numero migliore del suo repertorio: il tiro a giro. Niente da fare per Reina.

Il Napoli cala il poker al 65′ con Mertens. Gran giocata di Zielinski in posizione di ala destra. Palla bassa a rimorchio per il belga e missile che s’insacca alle spalle di Reina. Gli azzurri calano il ritmo e la Lazio ne approfitta al 71′ trovando il gol con Immobile. Bella la conclusione del torrese dopo essersi liberato sul filo del fuorigioco. Il match si riapre due minuti più tardi con Milinkovic-Savic che pesca il jolly su calcio piazzato. Perfetta la parabola disegnato dal serbo sulla punizione battuta al limite dell’area. All’80’ il Napoli la richiude con il neo entrato Osimhen. Il nigeriano viene pescato sul filo del fuorigioco e batte Reina sul primo palo con un gran destro.

Si tratta dell’ultima vera emozione della gara che si spegne inesorabilmente in favore del Napoli.

Napoli – Lazio: il tabellino di gara

NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas (71′ Rrahmani), Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Bakayoko (89′ Lobotka); Politano (71′ Lozano), Zielinski (82′ Elmas), Insigne; Mertens (71′ Osimhen). A disp.: Contini, Idasiak, Mario Rui, Maksimovic, Petagna, Cioffi. All.: Gattuso

LAZIO (3-5-2): Reina, Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic (83′ Akpa-Akpro), Leiva (58′ Cataldi), Luis Alberto (64′ A. Pereira), Fares (64′ Lulic); Correa, Immobile (83′ Muriqi). A disp.: Strakosha, Patric, Armini, Hoedt, Parolo, Caicedo, Musacchio. All. Farris (Inzaghi positivo al Covid-19)

ARBITRO: Di Bello di Bari

Assistenti: Alassio – Tegoni

IV Uomo: Abisso

VAR: Irrati – Bindoni (Avar)

MARCATORI: 7′ Insigne (N, rig.), 12′ Politano (N), 52′ Insigne (N), 65′ Mertens (N), 70′ Immobile (L), 74′ Milinkovic-Savic (L), 80′ Osimhen (N)

AMMONITI: Manolas, Fabian Ruiz, Mertens, Di Lorenzo (N); Milinkovic-Savic, Leiva, Immobile, A. Pereira (L)

Potrebbe interessarti

Polemiche Benevento, Inzaghi al Club di Sky: “Voglio retrocedere con errori miei non degli altri”

Continua la lunga scia di polemiche scaturite dallo scontro salvezza tra Benevento e Cagli…