Insigne capitano Napoli

NAPOLI – FIORENTINA 

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina, Hysaj, Manolas (79’ Rrahmani), Koulibaly, Mario Rui; Demme, Bakayoko; Lozano (62’ Politano), Zielinski (73’ Elmas), Insigne (79’ Cioffi); Petagna (73’ Mertens). A disp.: Meret, Contini, Ghoulam, Llorente, Lobotka, Maksimovic. All.: Gattuso

FIORENTINA (3-4-2-1): Dragowski, Milenkovic (85’ Martinez Quarta), Pezzella, Igor; Venuti, Amrabat (85’ Borja Valero), Castrovilli (73’ Pulgar), Biraghi; Callejon (73’ Bonaventura), Ribery (46’ Kouame); Vlahovic. A disp.: Terracciano, Barreca, Caceres, Eysseric, Krastev, Montiel. All.: Prandelli

ARBITRO: Chiffi di Padova

Assistenti: Passeri – Paganessi

IV Uomo: Manganiello

VAR: Di Bello – Cecconi (AVAR)

MARCATORI: 5’ Insigne (N), 36’ Demme (N), 38’ Lozano (N), 45’ Zielinski (N), 72’ Insigne (N, rig.)

AMMONITI: Insigne (N)

Match senza storia quello del Diego Armando Maradona che apre la domenica di Serie A. Il Napoli travolge la Fiorentina con un netto sei a zero mostrandosi nella forma migliore prima della Supercoppa Italiana che lo vedrà impegnato mercoledì con la Juventus.

Le scelte degli allenatori

Gattuso deve rinunciare all’ultimo di Fabian Ruiz. L’allenatore azzurro opta per Demme in coppia con Bakayoko in mezzo al campo. Il ballottaggio in porta lo vince Ospina, mentre quello di esterno destro va ad Hysaj. Del resto scelte quasi obbligate con Mertens che va ancora in panchina in attesa del recupero definitivo.

Prandelli sceglie Venuti sulla fascia destra in ragione di Caceres. Callejon e Ribery agiscono alle spalle di Vlahovic, unica punta dello schieramento viola.

La partita

Dopo un avvio intraprendente della Fiorentina il Napoli mette sin da subito le cose in chiaro. Al 5’ gli azzurri sono già in vantaggio. Azione sviluppata sulla destra, cross basso di Lozano per Petagna. L’ariete partenopeo fa la sponda per Insigne che da buona posizione non fallisce e batte Dragovski.

La risposta della viola non tarda ad arrivare ma la prima vera occasione al 28’ da un errore in uscita di Demme. Vlahovic prova il tiro deviato sui piedi di Ribery. Il francese calcia da buona posizione ma Ospina si supera deviando in angolo. Fiorentina ancora vicina al gol al 32’ con Biraghi servito in area da Ribery. L’esterno viola calcia sul secondo palo ma la palla termina di poco fuori.

Al 36’ il Napoli raddoppia. Petagna si conferma ancora in qualità di assistman. In ripartenza in posizione di esterno sinistro crossa basso dove trova Demme che in spaccata batte per la seconda volta Dragowski.

Due minuti più tardi arriva il terzo gol azzurro. Capolavoro di Insigne che manda al bar mezza difesa viola e serve a Lozano il pallone del 3-0 sul piatto d’argento. El Chucky non sbaglia e batte Dragowski che in uscita lo travolge.

Il primo tempo si chiude col poker partenopeo. Al 45’ perla di Zielinski. Il polacco riceve in posizione centrale, si beve Castrovilli con un gioco di gambe e con un destro chirurgico mette il pallone in fondo al sacco.

La ripresa

Il secondo tempo si apre con l’ingresso in campo di Kouame per Ribery. La partita diventa inevitabilmente scialba. In apertura ha un’occasione la Fiorentina. Cross dalla sinistra per Vlahovic. L’attaccante viola scavalca Ospina ma sulla linea salva Koulibaly in spaccata.

Al 70’ si fa vedere ancora il Napoli. Ripartenza che si conclude con il classico tiro a giro di Insigne al quale si oppone Dragowski con una bella parata. Sulla respinta Bakayoko controlla ma viene atterrato da Castrovilli. Per Chiffi è rigore. Dal dischetto si presenta Insigne. Soluzione angolata alla sinistra del portiere ospite che sfiora il pallone ma non riesce ad evitare il pokerissimo azzurro.

Da registrare l’esordio in Serie A di Antonio Cioffi nelle fila del Napoli. Al 79’ l’attaccante classe 2002 ha preso il posto di Insigne.

All’87’ c’è ancora il tempo per un altro gol del Napoli. Azione personale di Politano che dalla destra si accentra superando due avversari per liberare il sinistro. Ancora una volta la conclusione è precisa ed angolata con Dragowski che non può nulla per il sei a zero finale.

Potrebbe interessarti

Sampdoria – Atalanta 0-2 | Video sintesi, gol e highlights da YouTube

Dopo la sconfitta con il Real Madrid, l’Atalanta torna a giocare in campionato e tor…