Napoli Castel di Sangro

NAPOLI CASTEL DI SANGRO – La SSC Napoli quest’anno cambierà la scena del ritiro estivo. Se negli anni Aurelio De Laurentiis aveva abituato i partenopei ad una trasferta in Trentino, precisamente a Dimaro, quest’anno la preparazione alla nuova stagione avverrà a Castel di Sangro, come già comunicato nei giorni scorsi. Questa mattina, poi, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento all’Hotel Britannique di Napoli.

Alla stessa hanno presenziato il presidente del Napoli De Laurentiis e suo figlio Edoardo, il sindaco di Castel di Sangro Angelo Caruso e il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

Proprio quest’ultimo ha detto cose importanti in apertura sul prossimo ritiro:

“De Laurentiis è rimasto contento di aver trovato delle persone mattiniere come lui già al lavoro. Speriamo di poter vedere un bel Napoli-Real Madrid o Barcellona a Castel di Sangro. Speriamo che la situazione epidemiologica ci permetta di gestire tutto in maniera rilassata già da questo ritiro. Questo accordo non è una soluzione di ripiego per un emergenza, ma è un qualcosa di strutturale. Per questo stiamo negoziando un accordo per 6 anni rinnovabili, che porterà il Napoli in ritiro a Castel di Sangro. Siamo fieri ed orgogliosi della città di Napoli che investe nella crescita del proprio territorio”.

NAPOLI CASTEL DI SANGRO, LE PAROLE DI ADL

Poi Aurelio De Laurentiis stesso ha rivelato quando inizierà il ritiro di Castel di Sangro:

“Volete sapere, ma quando andremo? L’8 giochiamo contro il Barcellona, se dovessimo uscire il 20 andiamo a Castel Di Sangro. Se dovessimo proseguire, ci andremo 12 giorni dopo. Da parte della Lega c’era un’impostazione un po’ folle di iniziare il campionato il 12 settembre. Posto che fino all’8 settembre si va fuori con le nazionali è difficile prepararsi. Non tutti hanno l’Europa? Ma le squadre che ci vanno fatturano per tutti gli altri e creano interesse anche per le televisioni e compagnia bella.

“Amichevoli in ritiro? Dobbiamo valutare alcune cose, come gli inizi dei vari campionati. Poi ci sono alcuni club con cui abbiamo un grande rapporto, come Liverpool e Barcellona”. 

Il presidente del Napoli ha parlato, seppur minimamente, anche di mercato, non rivelando, però niente di nuovo:

“Osimhen in ritiro? Chi lo sa. Gattuso a Napoli per altri 3 anni? C’era bisogno di sottolinearlo? Callejon presente sui cartelloni di Castel di Sangro? Chi lo sa! (in spagnolo ndr.)”. 

Infine si è parlato anche di Castel di Sangro e di cosa può offrire ai tifosi che giungeranno numerosi:

“C’è tutta un’altra dimensione, la vicinanza delle strutture ci offre la possibilità di non doversi spostare necessariamente con i mezzi. Gli alberghi sono tutti a 4 stelle, c’è una Spa gigantesca. Sarà un ritiro di cui tutti saranno contenti. Ma chi meglio del sindaco può spiegare cosa offre il territorio”.

Il sindaco poi: “Castel di Sangro è una località attrezzata sul campo dell’ospitalità per le famiglie e sostenibilità. Distanziamento sociale? Su questo dovremo valutare giorno dopo giorno l’entità della curva epidemiologica”. 

Per restare sempre aggiornato sul Napoli e il calcio in Campania, segui il nostro sito!

Potrebbe interessarti

Giovani svincolati Serie C | Clamoroso quanto fatto dalla Cavese. Tutti gli svincolati delle campane

Dopo Serie A e Serie B anche la Serie C ha pubblicato l’elenco dei calciatori svinco…