di Francesco Camerlingo

Polemiche su polemiche avvolgono il Napoli in queste ore delicate. Il momento attuale non ha precedenti. Un clima pressappoco inedito accompagna la sgambata mattutina della squadra, intenta a preparasi per l’impegno casalingo di sabato prossimo contro il Genoa. E poi? Poi ci sarà la sosta per le nazionali. Sarà un periodo di vera riflessione a bocce ferme, almeno per due protagonisti: Ancelotti e De Laurentiis. Il mister, da alcune indiscrezioni, pare avesse previsto un caos enorme come quello attuale, il motivo? Il mancato rinnovo, a condizioni accettabili, di Mertens e Callejon. Due senatori, due pilastri del gruppo che a suon di performance costanti e di un certo livello, hanno saputo ergersi a livelli eccezionali a Napoli. Due pedine fondamentali per Carletto, il quale si era raccomandato alla società di far presto a prolungare la permanenza in azzurro dei due; quasi come a ipotizzare un malumore futuro, adesso più che mai tangibile ed attuale.

Martens, sempre secondo indiscrezioni, sarebbe stato il primo a manifestare la sua ritrosìa al ritiro imposto dalla società. Proprio a conforto dei timori di Ancelotti. Oggi intanto al campo, fa da padrone un silenzio tra le parti, freddo e molto indicativo.

Potrebbe interessarti

Viterbese-Cavese, vittoria di misura dei ragazzi di Campilongo è 0-1

  di Nello Bisogno  Cava De’ Tirreni- contro  la Viterbese, la compagine metell…