MILAN – INTER 0-2

Milan (4-3-1-2): Donnarumma G., Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (72’ Hernandez); Kessie, Biglia, Calhanoglu (64’ Paquetà); Suso; Piatek, Leao (83’ Rebic). A disp.: Reina, Donnarumma A., Bennacer, Bonaventura, Borini, Castillejo, Duarte, Gabbia, Krunic. All.: Giampaolo

Inter (3-4-1-2): Handanovic, Godin, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella (82’ Candreva), Brozovic, Asamoah; Sensi (71’ Vecino); Martinez (76’ Politano), Lukaku. A disp.: Padelli, Berni, Bastoni, Buraghi, Dimarco, Gagliardini, Lazaro, Ranocchia, Sanchez, Valero. All.: Conte

Marcatori: 49’ Brozovic (I), 78’ Lukaku (I)

Ammoniti: Conti, Rebic (M); Candreva (I)

Arbitro: Doveri di Roma

Assistenti: Ranghetti – Lo Cicero

IV uomo: Maresca

VAR: Irrati – Carbone

La gara

Finisce 2-0 per l’Inter il derby di Milano. Antonio Conte bagna con una vittoria l’esordio nel match della Madonnina.

Il primo tempo si chiude sullo zero a zero, ma non senza emozioni. La prima occasione capita sui piedi di Lautaro Martinez al 12’. Il tiro dell’argentino indirizzato nell’angolino basso viene però, naturalizzato da Donnarumma.

Al 19’ Lukaku si libera in area, ma il portiere rossonero è ancora attento nella conclusione centrale. Così come un minuto più tardi a respingere ancora un tiro di Lautaro.

Al 21’ l’Inter sfiora il vantaggio con D’Ambrosio. L’ex esterno del Torino però, sbatto sul palo alla sinistra di Donnarumma.

A questo punto il Milan cerca di contenere i nerazzurri, cercando di ripartire in contropiede. Al 35’ però, è ancora D’Ambrosio ad andare vicino al vantaggio interista puntando al sette, ma Donnarumma compie un miracolo negandogli la rete.

Al 37’ i nerazzurri vanno in gol con Lautaro, ma il VAR annulla la rete per fuorigioco dell’argentino.

Al 41’ si vede per la prima volta il Milan in maniera realmente incisiva. Suso ruba palla a Sensi dopo che questo aveva ricevuto corto da corner. Ottanta metri palla al piede per lo spagnolo che entrato in area calcia a botta sicura, ma Asamoah devia la conclusione.

Il primo tempo si chiude sullo zero a zero. Molto meglio la formazione di Conte, ma il Milan si difende bene e riparte in velocità.

La ripresa

Non ci sono cambi negli spogliatoi. La gara riprende sulla stessa lunghezza d’onda della prima frazione.

Tanto che al 49’ l’Inter trova subito il vantaggio. Brozovic raccoglie un passaggio di Sensi da palla inattiva e calcia da fuori area. La conclusione viene deviata da Leao e smarca Donnarumma.

Il Milan accusa il colpo e non arriva la reazione sperata da Giampaolo. Al 61’ l’Inter va vicino al raddoppio con Lautaro. Donnarumma è ancora attento respingendo il tiro indirizzato sotto la traversa.

A questo punto Conte decide di contenere inserendo Vecino per Sensi e rinunciando dunque, al trequartista.

Al 78’ la formazione nerazzurra trova il raddoppio. Cross di Barella dalla sinistra per la testa di Lukaku. L’incornata dell’attaccante belga è perfetta e batte Donnarumma.

Non è finita perché l’Inter vuole chiudere in bellezza. All’81’ il nuovo entrato Politano calcia un siluro dal limite. La palla si stampa sulla traversa.

Uno dei migliori del Milan è Theo Hernandez, seppur subentrato a Rodriguez nella ripresa. L’ex esterno del Real Madrid colpisce il palo all’86’ dopo aver superato due avversari.

Nei cinque minuti di recupero c’è ancora il tempo per vedere un palo di Candreva. L’ex laziale ci prova dall’interno dell’area, ma il tiro viene deviato e finisce sul palo.

È l’ultima emozione del derby. L’Inter si conferma in testa alla classifica a punteggio pieno, superando il primo vero e proprio scoglio del campionato.

Potrebbe interessarti

Serie D/G: Fabiano continua la marcia, ma il Portici non gli fa il favore

Trastevere – Turris 1-2 Continua senza freni la marcia di Franco Fabiano e della sua…