Rino Gattuso MILAN

Gattuso, che ne sarà di lui?

Un solo punto nelle ultime quattro partite ed un quarto posto che scappa sempre di più: è nerissimo il momento del Milan di Rino Gattuso, che – dopo l’eliminazione ai gironi di Europa League – stenta anche in campionato. Il pareggio di ieri a Frosinone ha reso ancora più traballante la panchina dell’ex centrocampista: al termine della gara del “Benito Stirpe”, infatti, c’è stato un incontro tra il tecnico e la dirigenza rossonera.

Che, per il momento non ha preso ancora nessuna decisione drastica. Questo perchè dopodomani il Milan – come tutta la Serie A – torna nuovamente in campo, ospitando a San Siro la SPAL. Tuttavia, nemmeno una vittoria contro gli emiliani potrebbe evitare a Gattuso l’esonero, dato che la volontà di Elliott sarebbe quella di non confermare Ringhio sulla panchina del Milan.

Due giorni e si saprà, mentre iniziano a circolare i nomi dei possibili sostituti: il sogno resta Antonio Conte, che però non pare intenzionato a prendere squadre “in corsa”. Ecco dunque che sono più percorribili le strade che portano ad un traghettatore: profilo che risponde ai nomi di Arsène Wenger, – pupillo del neo ad Ivan Gazidis, che lo ha avuto con lui all’Arsenal – Roberto Donadoni e Francesco Guidolin.

Potrebbe interessarti

San Tommaso-Savoia, le dichiarazioni dalla sala stampa nel post partita

Al termine della partita tra San Tommaso e Savoia, ecco le voci dalla sala stampa dello st…