Non è stato facile per Andrea Masiello riprendersi la vita in mano dopo la squalifica due anni e cinque mesi.

Nel 2015 il difensore, all’epoca all’Atalanta, ha appena scontato il suo debito con la giustizia sportiva. Sarebbe pronto a tornare in campo, ma la lontananza dai campi lo ha reso più fragile. Una situazione completamente in contrasto con il ruolo, e lo stile di gioco, dell’ex difensore del Bari.

Opera sociale

In questo paesaggio psicologico Masiello si reca una volta alla settimana alla Comunità Don Milani di Sorisole in provincia di Bergamo, per aiutare i minori in difficoltà. Serve pasti, parla con loro e li coinvolge nei lavori della quotidianità della comunità.

A fare da guida all’opera sociale di Masiello è Don Fausto Resmini, al quale il difensore del Genoa ha voluto dedicare queste parole tramite il quotidiano l’Eco di Bergamo: “La sua scomparsa mi rattrista molto. Una persona di cuore, che amava aiutare chi era più in difficoltà”.

Don Fausto è l’ennesima vittima del Covid-19 e Masiello ne parla col cuore in mano: “L’esperienza nella sua comunità la porto ancora dentro. Io ero in difficoltà sportiva ed umana, lui mi ha dato una mano importante, mi ha fatto capire molto. Era una bella persona, stimata da tutti, che sapeva aiutare tutti. A Sorisole ho vissuto momenti profondi, in lui si coglieva subito la bontà, il saper voler bene”.

Un calciatore di Serie A immerso tra ragazzini persi e da far ritrovare: “Ho visto dei giovanissimi con la voglia di vivere e di ricominciare da zero, trovando qualcosa per potersi rilanciare, grazie a don Fausto e alle tante persone che collaborano con lui. Il don era eccezionale nel fare gruppo, nel coinvolgere le persone. Mi sono sentito subito a mio agio, vedevo con piacere come tutti seguissero le sue indicazioni”.

Masiello non dimentica la prima volta alla Comunità Don Milani: “Don Fausto ti accoglieva col sorriso e col suo abbraccio. Così è stato sin dal primo giorno. Mi ha sorriso, mi ha abbracciato forte ed abbiamo iniziato l’esperienza”.

Potrebbe interessarti

Napoli-Pescara 4-0: Zielinski apre le danze. Due assist e un gol per Petagna. Segnano anche Ciciretti e Mertens

Un amichevole che fa assaporare un pizzico di calcio vero. Napoli e Pescara si sono affron…