Marcianise, poker con doppia coppia alla Gelbison

- Advertisement -

PROGREDITUR MARCIANISE – GELBISON VDL 4-1

PROGREDITUR MARCIANISE: Imbimbo, Lagnena, Posillipo, Corduas, Ciano, Temponi (72’ Allegretta), Viola, D’Anna (60’ Gerardi), Verdone, Iadaresta, Citro (84’ Rossetti) All. Antonio Foglia Manzillo In panchina: Buk, Perreca, D’Antonio, Iuliano, Di Ronza, Tenneriello

GELBISON: Carotenuto, Magliocca, Tricarico, Ruggeri, Pezzullo, Criscuolo, Passaro (80’ Torraca), Santonicola, Grimaudo (56’ Alfiero), Sica, Tedesco All. Alessandro Erra In panchina: Nappi, Vitolo, Brunetti, Glizzo, Monzo, Iorio, Consiglio

Arbitro: Maggioni di Lecco Assistenti: Paone di Ercolano, Netti di Napoli

RETI: 8’ Tedesco (G), 46’ e 73′ Iadaresta (PM), 66’ e 70′ Citro (PM),

Ammonito: Verdone (PM), Passaro (G), Grimaudo (G), Criscuolo (G), Ruggeri (G), Sica (G), Allegretta (PM)

Spettatori: 500 circa

Recupero: 1’ pt, 3’ st

Torna il Marcianise formato “Progreditur”. I gialloverdi trascinati dai loro bomber Citro e Iadaresta, entrambi mattatori dell’incontro con una doppietta a testa, si sbarazzano del Gelbson con un rotondo poker.  Mister Foglia Manzillo sceglie ancora il 3-5-2 e stavolta si affida al 94′ D’Anna in mezzo al campo con Ciano che va ad occupare la sua posizione ‘naturale’, quella dell’esterno destro a tutto campo. Il Gelbison risponde affidandosi alla fantasia di Tedesco e Sica a supporto dell’unica punta Grimaudo.  Partenza a razzo della squadra del presidente D’Anna con Citro che con un sinistro al volo dopo la sponda di Temponi mette Carotenuto in difficoltà dopo appena 10 secondi. La gara nonostante il terreno di gioco fosse in precarie condizioni è accesissima. Al 8′ il Gelbison, approfittando della provvisoria inferiorità numerica del Marcianise con Corduas a bordo campo per medicarsi, è cinico e spietato:  i rossoblu con Sica rubano palla a centrocampo ed il numero 11 della Gelbison lancia in maniera perfetta Tedesco che appena entrato in area, con una serie di finte si libera di Lagnena e  con il destro trafigge Imbimbo. Cinque minuti più tardi risposta del Marcianise con Citro che s’invola in area e  tenta il lob con Carotenuto in uscita ma la spaccata disperata di Criscuolo salva la sua porta deviando in angolo. Il Marcianise non ci sta e attacca a testa bassa alla ricerca del gol del pari. Al 28′ ci va vicinissimo con Viola che con un bolide di sinistro mette i brividi a Carotenuto che con un grande intervento devia in calcio d’angolo. Il Gelbison è rintanato nella propria metà campo e affida le sue ripartenze al guizzante Tedesco, quest’ultimo sicuramente uno dei più positivi visti oggi al “Progreditur”.  Il gol per i padroni di casa è nell’aria e quest’ultimo arriva proprio nell’ultima occasione utile concessa ai gialloverdi: al 46′ su calcio d’angolo battutto da Viola, stacca più in alto di tutti Iadaresta che realizza la rete dell’uno a uno proprio un attimo prima del fischio dell’arbitro. Come detto squadre al riposo sul punteggio di parità.

Inutile dire che il gol trovato proprio allo scadere della prima frazione di gioco influisce non poco nei successivi 45′.  Al ritorno in campo infatti Ciano e compagni spingono sull’accelleratore e gli ospiti dopo un buon primo tempo faticano a reagire. A dirla tutta la prima grande occasione al 50′ capita ancora sui piedi di Tedesco ma quest’ultimo si divora un gol calciando malissimo a tu per tu con Imbimbo. E’ l’ultimo sussurro ospite perche’ nell’ultima mezz’ora c’è solo una squadra in campo: il Marcianise.  Al 60′ fantastica azione sulla destra di Citro che con una grande percussione mette a sedere il suo diretto avversario ma sul più bello viene fermato da Tricarico che devia la sfera in angolo. Viola batte il corner e Posillipo in proiezione offensiva di testa va a staccare ma in maniera imprecisa. L’equilibrio del match si spezza al 66′, quando il  Marcianise trova un rigore per fallo di mano in area di Criscuolo dopo un cross di Temponi. Dal dischetto va Citro che spiazza il portiere del Gelbison e porta in vantaggio i suoi. Non passano nemmeno cinque minuti ed è sempre il folletto salernitano a calare il tris. Gerardi servito in maniera precisa nell’area è agganciato da Ruggeri e per l’arbitro è ancora rigore. L’ex Città di Messina sceglie lo stesso angolo ma stavolta Carotenuto lo para ma sulla respinta lo stesso Citro è lesto a ribattere in rete ed è 3-1 con l’undicesimo gol stagionale che lo rende capocannoniere del girone. Non è finita perché il Marcianise continua ad attaccare e trova la quarta rete con Iadaresta che ancora di testa sigla la doppietta personale che vale il poker gialloverde. Poco prima del triplice fischio finale Santonicola con un passaggio filtrante trova Alfiero che in corsa solo davanti ad Imbimbo spara alto e subito dopo l’arbitro decreta la fine dell’incontro con l’intera posta in palio che va meritatamente al Marcianise che sale a 27 punti, confermandosi la capolista del girone H di serie D.  Torna il sorriso in casa gialloverde con Ciano e compagni che in attesa del trittico Matera-Monospolis-Taranto staccano le loro dirette avversarie di ben cinque lunghezze. Appuntamento a Matera dunque dove l’ex di turno, il tecnico Foglia Manzillo vorrà ancor di più dimostrare a tutti che il Marcianise ha ancora voglia di vincere e divertire. Adelante Nise.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P