Marcianise, D’Anna: “Ora un nuovo campionato”

- Advertisement -

Duro confronto nello spogliatoio tra squadra e società questa mattina al campo sportivo di San Prisco dove il Marcianise svolge i suoi allenamenti. Si è analizzato il momento non certo positivo della compagine casertana, che nelle ultime quattro gare di campionato ha perso tre volte e domenica ha incassato una sconfitta inaspettata, pervenuta contro una squadra nettamente sfavorita e in serie no da più di due mesi.

Sotto accusa la prestazione fornita dalla compagine gialloverde a Vico Equense, una squadra spenta, senza idee, senza cattiveria agonistica, senza voglia di lottare, senza volontà di lottare per superare le difficoltà che la partita presentava. Il direttore generale, Salvatore Bruno D’Anna, ha alzato la voce, chiedendo alla squadra di invertire immediatamente la rotta e tornare immediatamente ad essere la squadra che tanto ha impressionato e che tanto ha fatto parlare di se nel girone di andata.

“Prestazioni come quelle di domenica scorsa non si devono ripresentare più – ha sottolineato il direttore generale – una squadra che vuole far parlare di se non può essere così spenta ed evanescente. Sembrava il Vico la squadra che occupava le prime posizioni della classifica e noi le ultime. Si può perdere, perché è un campionato difficilissimo, ma non in questo modo, senza grinta e determinazione”.

“Siamo in un momento delicato della stagione – ha continuato D’Anna – la salvezza è oramai cosa fatta: ora abbiamo due alternative davanti a noi, o provarlo a farlo nostro questo campionato o fare questi altri 5-6 punti che ci mancano e andare in vacanza. Ai ragazzi abbiamo chiesto proprio questo e loro hanno risposto che vogliono giocarselo, d’altronde siamo primi da 20 giornate e abbiamo il dovere di provarci”.

Per il direttore generale stamattina si è siglato una sorta di patto tra giocatori, staff tecnico e società: “Da ora inizia un nuovo campionato per noi – ammonisce – abbiamo siglato un patto tra tutte le componenti che formano il Marcianise, da oggi non sono più ammessi errori e soprattutto figuracce come quelle di domenica scorsa”.

Paolo Rusciano

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P