Un lungo abbraccio. Di quelli che stringono forte il cuore nel momento dell’addio, del dolore. Sotto la pioggia la città di Giugliano ha accolto il feretro di Salvatore Sestile. Il presidente, 53 anni, da ieri non c’è più. Non c’è più il suo essere vulcanico, il suo sorriso, il suo bacio sulla fronte a Casonaturale prima delle partite. Non ci sono le sue discussioni tecniche, le sue esultanze, la sua rabbia al gol preso. Nel calcio campano ognuno ha un ricordo del presidente e dell’uomo Sestile. (GUARDA IL VIDEO DEL CORO DEI TIFOSI)

La giornata uggiosa è la dimostrazione che anche il cielo piange il patron. Il calcio era la sua vita, ma più di tutto lo erano i figli Gaetano e Rasilaria.

E’ ingiusto perdere la partita con la vita a 53 anni. Ti senti defraudato, eppure chi ha conosciuto Salvatore Sestile sapeva che non era così. Il presidente fino all’ultimo è stato accanto alla sua squadra, ha difeso le sue scelte, combattuto per chi dei suoi ragazzi sudava la maglia in campo.

Il mondo del calcio si è stretto intorno al presidente del Giugliano. E la famiglia ha voluto che la partita contro il marina di Ragusa non fosse rinviata. La squadra era tutta in lacrime ai funerali, distrutta. Persone del mondo del calcio e che facevano parte della vita privata del patron hanno voluto rendergli omaggio. Erano in centinaia per dirgli “grazie presidente”, grazie Salvatore” o “grazie Totore” come ha scritto nella sua commovente lettera il nostro Direttore Carmine Testa.

I bambini con i palloncini gialloblù hanno accompagnato la bara, il vessillo del Giugliano ha sventolato nel triste silenzio dell’addio, reso assordante dalla pioggia e interrotto solo dal lungo applauso e dai cori dei tifosi. “Un presidente, c’è solo un presidente”, cantavano in lacrime.

Chiesa piena in ogni ordine di posti, una marea di persone di calcio che hanno voluto ringraziare Salvatore per tutto quello che ha dato ad ognuno di loro. Presenti alcune scuole Sport Village, G. Partenope, la scuola calcio del Giugliano da lui fortemente voluta, Junior Giugliano. Tra i dirigenti federali il consigliere per la LND Giuseppe Dello Iacono, il delegato AIC Antonio Trovato, il Comitato regionale Campano con la Vicepresidente Giuliana Tambaro. Insieme a lei il delegato provinciale Antonio Montesano ed Angelo Zeoli. Il Presidente del CRC Carmine Zigarelli e il coordinatore della LND Luigi Barbiero si sono recati ieri a casa ad abbracciare la famiglia Sestile per gli impegni che avevano già stabilito in concomitanza di funerali. Da notare la presenza di vecchi e nuovi dirigenti e calciatori di ieri e di oggi tanti giornalisti e tanti amici del calcio.

Domani, allo stadio, l’ultimo grande saluto al presidente, che sarà sempre ricordato dai tifosi del Giugliano. Contro il Marina di ragusa non sarà la sua ultima partita, ma la prima che guarderà dall’alto, pronto a tifare ed esultare. Lassù non ci si arrabbia. O per il calcio sì?

Potrebbe interessarti

Savoia, l’abbraccio dei tifosi a squadra e società nel brindisi di fine anno

Di Luigi Capasso La buona fine è arrivata sul campo con 7 vittorie di fila e 12 risultati …