serie a tim

Il coronavorus è qualcosa che in questo periodo ci riguarda tutti e che ha toccato da vicino anche lo sport. Difatti il cerimoniale per le partite di Serie A sarà ridotto, ci sarà il termoscanner, ma non solo: tutto ciò da sapere sulle gare a porte chiuse di Serie A.

La Lega Serie A fa chiarezza su come dovranno essere disputate le gare a porte chiuse: il comunicato

Con un comunicato, la Lega Serie A chiarisce come dovranno essere disputate le partite a porte chiuse: chi può essere presente e chi no? Intanto sappiamo che il pubblico non ci arò ma solo “gli addetti ai lavori” potranno prendervi parte. Vediamo insieme di cosa si tratta e le condizioni per la disputa dei match.

Cosa devono predisporre i club

A causa del protrarsi dell’emergenza Covid19 e in applicazione delle nuove disposizioni del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM A marzo 2020) e alla luce del Comunicato Ufficiale FIGC n 173/A del A marzo 2020, che ha decretato la disputa di tutte le competizioni sportive calcistiche a porte chiuse, la Lega Nazionale Professionisti Serie A di­spone che i club predispongano:

  1. A) un servizio medico sanitario dotato di scanner per la rilevazione delle temperature agli ingressi dello stadio di tutti i soggetti au­torizzati;
  2. B) un documento riassuntivo con tutte le norme igienico-sanitarie adottate in ciascun impianto sportivo, prima dello svolgimento di ciascun evento, da presentare alle Autorità in caso di richiesta;
  3. C) una modulistica, a mezzo di autodichiarazione, atta a certificare che i soggetti ammessi all’interno dell’impianto abbiano attivato tutte le misure di controllo e prevenzione necessarie a ridurre il rischio di contagio e a salvaguardare gli interessi degli individui, anche con specifico riferimento alle misure di cautela volte a prevenire la diffusione del C0VIDÌ9 (seguirà bozza di tale docu­mento).

CHI PUO’ ENTRARE NEGLI STADI OLTRE ALLE SQUADRE

  1. A) Il personale tecnico con funzioni strettamente connesse all’organizzazione della gara nel numero complessivo di massimo 100 unità
  2. B) Gli incaricati delta Procura Federale, i Delegati Lega, i Medici Anti-Doping e i rappresentanti della Commissione Federale Antidoping;
  3. C) Gli addetti della Sicurezza Pubblica, gli steward previsti nelle aree interessate, i VVFF e gli operatori di Pronto Soccorso, secondo le indicazioni approvate dal GOS;
  4. D) Gli operatori televisivi e i giornalisti delle sole emittenti titolari dei diritti di trasmissione dell’evento live;
  5. E) I fotografi ufficiali e i social media manager di entrambe le squadre;
  6. F) gli operatori dell’informazione (giornalisti e fotografi) preventivamente autorizzati dal club ospitante ad accedere allo stadio, in un numero massimo di 50 unità.

Potrebbe interessarti

Sinisa Mihajlovic positivo al Covid: 10 giorni fa l’abbraccio con Ibrahimovic in Sardegna

Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic è risultato positivo al Covid dopo il tampone a c…