Lega Pro, Girone C: Juve Stabia-Messina 1-0: la sintesi e gli highlights

- Advertisement -

Si è da poco conclusa al “Menti” di Castellammare la sfida valevole per l’undicesima giornata del campionato di Lega Pro, girone C, tra la Juve Stabia e il Messina. Entrambe le squadre erano reduci da un filotto negativo; peggiore quello delle “Vespe” (tre sconfitte di fila), ma con due punti in più (11) rispetto ai messinesi.

L’inizio di match vede i padroni di casa del neo tecnico Sottili cercare di prendere le redini in mano.

Al 21′ ci prova Rizzo ma la sua conclusione viene deviata in angolo.

Un Messina compatto sa come ripartire e far male.

Al 24′ gli uomini dell’ex Capuano si rendono pericolosi con Damian che dopo un bello scambio in velocità conclude dal limite; palla di poco fuori, a Sarri battuto.

28′: ancora Messina, che ha alzato il suo baricentro, pericoloso con un cross di Mikulic impattato da Cinaglia che svirgola rischiando l’autogol. E’ attento Sarri.

Termina senza altre azioni degne di nota un primo tempo tutto sommato equilibrato e con un pareggio, pertanto, giusto.

Al 60′ il neo entrato Stoppa sblocca il match; palla in area per Eusepi, allontana corto la difesa siciliana trovando i piedi di Stoppa che deve solo calciare un rigore in movimento e portare avanti la Juve Stabia. E’ 1-0.

Sarà un’ultima mezz’ora di sofferenza per i padroni di casa. Si fa sentire la pressione della vigilia e la paura di sciupare ancora occasioni è tanta.

Prova ad approfittarne il Messina che si catapulta in massa in avanti, schiacciando le “Vespe” nella loro metà campo.

Al 66′ gli ospiti sprecano una clamorosa palla gol; Carillo impatta di testa dagli sviluppi di un calcio piazzato, Sarri si oppone ma la sfera arriva sui piedi di Adorante che a porta completamente sguarnita sbaglia il più facile dei tap-in.

Quattro minuti dopo ci prova Balde con un bolide da fuori deviato da Sarri in angolo.

Al 77′ è il turno di Fazzi che ci prova da lontano col pallone di poco alto sopra la traversa.

E’ un vero e proprio assedio quello che si delinea nel finale.

82′: la Juve Stabia sbaglia nell’impostazione in uscita; Balde ha la golosa chance del pari servita ad hoc ma non da’ potenza alla sua conclusione.

Dopo 5′ di recupero, tutto il “Menti” può tirare un grosso sospiro di sollievo.

Comincia con tre punti il nuovo corso Sottili a Castellammare, con una Juve Stabia che però, soprattutto nella seconda frazione di gioco, ha sofferto davvero tanto. Che la vittoria di oggi possa essere l’inizio di una “cura” efficace!

IL TABELLINO

JUVE STABIA (4-3-3): Sarri; Donati, Tonucci, Cinaglia, Rizzo; Scaccabarozzi, Squizzato (35′ Davì), Altobelli (54′ Stoppa); Bentivegna (81′ Caldore), Eusepi (81′ della Pietra), Panico. A disp.: Russo, Troest, Esposito, Caldore, Todisco, Guarracino, Davì, Berardocco, Della Pietra, Evacuo, Lipari, Stoppa. All. Sottili.

MESSINA (3-5-2): Lewandowski; Fazzi, Carillo, Mikulic; Morelli (65′ Da Silva), Simonetti (65′ Balde), Damian (48′ Fofana), Catania (54′ Konate), Sarzi Puttini (73′ Russò); Adorante, Vukusic. A disp.: Fusco, Goncalves, Rondinella, Celic, Fantoni, Marginean, Fofana, Russo, Busatto, Distefano, Konate, Balde. All. Capuano.

ARBITRO: Nicolini di Brescia

MARCATORI: 60′ Stoppa

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P