Nonostante il piano di TIM, che mira a rendere lo streaming di DAZN di pari qualità alla trasmissione via satellite, l’assemblea di Lega Calcio riunita ieri a Milano non ha preso alcuna decisione sulla gara d’assegnazione dei diritti tv della Serie A 2021-24. Nel comunicato diffuso dall’Assemblea, viene osservato che i 20 presidenti non hanno preso alcuna decisione sull’offerta presentata da DAZN: a quanto pare in 9 si sarebbero nuovamente astenuti, mentre in 11 hanno votato a favore. Per il via libera definitivo all’offerta sono necessari 14 voti. Nel corso dell’Assemblea è stata discussa anche la proposta da 1,7 miliardi di euro dei fonti di privati equity per il 10% della media company, ma anche in questo caso non è stata presa alcuna decisione definitiva. Un’altra riunione è convocata per la prossima settimana, ma le incognite continuano ad essere tante: il presidente Dal Pino in una dichiarazione rilasciata qualche giorno fa ha chiesto ai Presidenti di accelerare per chiudere rapidamente la partita. L’offerta di DAZN e TIM prevede l’acquisto del pacchetto comprensivo di tutte le 10 partite a turno di Serie A, di cui 7 in esclusiva e 3 in coabitazione con un altro player, che potrebbe essere Sky. Non è da escludere che una di queste ultime 3 partite possa essere trasmessa in chiaro.

Potrebbe interessarti

UFFICIALE – Lazio-Torino si giocherà, niente 3-0 a tavolino: la decisione del Giudice Sportivo

È arrivata la tanto attesa decisione del Giudice Sportivo sulla vicenda di Lazio-Torino. N…