Lazio-Milan, che bordate tra Gattuso e Salvini! Poi il ministro fa dietrofront

- Advertisement -

Un Milan in piena emergenza ha ottenuto ieri un buon pareggio in casa della Lazio, ma il post partita dell’Olimpico rimarrà in mente soprattutto per gli strascichi polemici che ci sono stati tra Matteo Salvini e Gennaro Gattuso.

Il ministro dell’interno, presente all’Olimpico, ha duramente criticato la gestione del finale di gara del tecnico rossonero:

“Una volta che segni in una partita così complicata è normale che ti chiudano dietro. Gattuso cosa aspettava a cambiare? I supplementari? Ne avevamo almeno tre sulle gambe causa pioggia e campo pesante… spiegatemi questa testardaggine di Gattuso. Negli ultimi 10′ mettine due o tre che corrono, che alcuni erano stanchi morti.  E non serviva un allenatore esperto, ci sarei arrivato anche io senza patentino e anche chi era a casa.

Informato di queste parole, Gattuso ha risposto per le rime in conferenza stampa:

“Non parlo di politica perché non ne capisco nulla. A Matteo Salvini dico di pensare solo alla politica perché in Italia abbiamo grandi problemi. Con tutte le problematiche che dovrebbe risolvere, parla di Milan. È una cosa che mi fa impazzire. È già da tempo che critica il Milan, prima con Higuain, poi oggi con i cambi. Io da cittadino italiano potrei dire tante cose al Premier Salvini”.

Poco fa, invece, Salvini ha fatto retromarcia con queste parole: “Ho immensa stima per Gattuso come calciatore e allenatore, ma ho parlato da tifoso. Diciamo che con qualche cambio magari la partita sarebbe finita in maniera diversa. Gattuso è il miglior allenatore che il Milan possa avere”.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P