Sospinta dagli innesti una Scafatese vincente e convincente cala il poker casalingo contro l’Eclanese e riprende la marcia collezionando la terza vittoria nella quattro gare dell’era Nastri. Con i nuovi arrivi tesserati in settimana il tecnico canarino ridisegna subito l’undici titolare inserendo Lopetrone in regia e Cherillo sull’esterno, confermando a centrocampo, insieme a capitan Avino, l’ottimo Bennasib visto nel pareggio esterno con l’Angri. E se Nastri concede a Lopetrone subito la responsabilità di gestire il centrocampo, il numero 4 non mostra problemi di adattamento nel nuovo sistema giallobleu e, al minuto numero 13, si inserisce perfettamente sul primo palo su un angolo di Siciliano e sigla il gol del vantaggio; 13 minuti per iscrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori e soli altri 7 per entrare in quello degli assist: al 20’ è al bacio l’assist per Cherillo, anche lui appena arrivato in casa giallobleu, e il destro del numero 7 è vincente. Sembra andare sul velluto la squadra di Nastri che si fa vedere in avanti anche al 26’ con la bordata di Sannino e al 35’ col velenoso sinistro di Malafronte, ma la porta di Asta si apre nuovamente al 41’ quando Lino Siciliano, dal limite dell’area, inscena un colpo da biliardo chirurgico e letale, con la palla che prima bacia il secondo palo e poi si adagia dolcemente in porta. Potrebbe essere il colpo del ko, ma l’Eclanese, mai doma nonostante il risultato finale, riapre le danze già prima dell’intervallo con la rete di D’Andrea. Nella ripresa la compagine ospite prova a viaggiare nuovamente sulle ali dell’entusiasmo e si rende pericolosa al 50’ con Tammaro, ma al 55’ la Scafatese cala poker e mette a segno il colpo che chiude definitivamente il match: calcio di punizione dalla trequarti battuto magistralmente da Lopetrone e incornata vincente di Alessandro Malafronte che sigla così la sua prima rete in maglia giallobleu. Tra gli applausi del Varone Lopetrone lascia il campo per dar spazio a Giannattasio, anche lui tesserato in questi giorni, mentre al 66’ sale nuovamente in cattedra Luigi Spiderman Sorrentino, lesto e felino ad arrampicarsi all’incrocio per dire di no al colpo di testa di Capone. I padroni di casa non tirano i remi in barca e continuano a ricamare e produrre gioco: al 69’ sponda di Malafronte per Cherillo che sceglie benissimo lo spazio per l’inserimento ma non riesce a tenere basso il pallone, al 73’ sinistro di Malafronte dal limite parato e al 76’ Cherillo fallisce il tap-in dopo la ribattuta di Asta sulla botta mancina di Malafronte. Dopo la girandola dei cambi l’Eclanese non riesce a rialzare la testa e sfiora la rete già in pieno recupero, col tiro di Annese deviato in angolo da un sempre attento Sorrentino, e il triplice fischio finale concede alla Scafatese l’opportunità di farsi rivedere nuovamente nelle zone alte della classifica, con i play off sempre più vicini.
Soddisfatto della gara il tecnico Salvatore Nastri: “Buona la nostra vittoria, sta prendendo forma una squadra molto interessante. Dobbiamo impegnarci, lavorare e migliorare in alcune transizioni, soprattutto per quel che riguarda la distanza tra i reparti: se riusciamo a essere meno lunghi possiamo essere pericolosi. Domenica sarà un test importante contro una squadra abbastanza forte”.

SCAFATESE: Sorrentino, Sannino 00, De Falco 01, Lopetrone (58’ Giannattasio), Iovinella (80’ Tartaglione 01), Amendola, Cherillo (88’ Cesarano 02), Avino, Malafronte, Siciliano, Bennasib 01 (72’ Di Lillo 01).
A disposizione: Guadagno 01, Giannattasio, Chierchia 02, Elefante 02, Cesarano 02, Di Lillo 01, Esposito Catello 01, Manzo, Tartaglione 01.
All: Nastri Salvatore

ECLANESE: Asta 02, Frasciello 02 (83’ Di Fronzo 02), Capone, Centani, Annese, Tammaro (84’ Colapaolo), Attanasio 01 (64’ Varricchio), Iannella 03, Deioanna 01, D’Andrea, Grillo.
A disposizione: Perriello 00, Varricchio, Capozzi 00, Jurich, Colapaolo, Di Fronzo 02.
All: Facchino Nicola.

RETI: 13’ Lopetrone, 20’ Cherillo, 41’ Siciliano, 45’ D’Andrea, 55’ Malafronte

ARBITRO: Illiano di Napoli
Assistenti: Adinolfi di Salerno e Iezza di Sala Consilina
Note: Ammoniti: Sannino (S)

Potrebbe interessarti

Savoia, l’abbraccio dei tifosi a squadra e società nel brindisi di fine anno

Di Luigi Capasso La buona fine è arrivata sul campo con 7 vittorie di fila e 12 risultati …