Arrivano importanti, anzi importantissime, novità per quanto riguardano le calciatrici e le allenatrici di calcio femminile. Infatti, la FIFA Football Stakeholders Commitee sta elaborando nuove norme. Queste norme che vanno a garantire appunto le future giocatrici che diventeranno madri. 

Una prima parte stabilirà nuovi standard economici, ossia le giocatrici avranno obbligatoriamente un congedo maternità di almeno 14 settimane e il pagamento di due terzi dello stipendio che aspetterebbe all’atleta. Inoltre al suo rientro la giocatrice avrà il supporto medico e fisico. Questo per garantire maggiori protezioni alle atlete che decideranno di aver un figlio. 

Ma la FSC non sta pensando solo alle giocatrici, ma anche agli allenatori. Infatti, arriveranno standard minimi per i contratti e maggior chiarezza sul loro contenuto. Questo per garantire una maggior trasparenza e far in modo che ai tecnici vengano pagati nel rispetto degli accordi presi. 

Tutte queste nuove regole, votate all’unanimità dall’FSC, saranno sottoposte al Consiglio della FIFA per aver l’approvazione finale a  Dicembre. 

Su quest’argomento si è esposto anche il numero uno della FIFA Gianni Infantino che ha dichiarato: “Il calcio femminile sta entrando nella sua fase successiva di sviluppo. Per questo adottare un quadro normativo adeguato alle esigenze del gioco femminile. Inoltre, gli allenatori gioco un ruolo fondamentale, ma storicamente sono stati lasciati fuori dal quadro normativo del calcio. Dovevamo colpare questa lacuna”.

Peccato che giocatrici come Alex Morgan, stella della nazionale americana, ora al Tottenham e guardando nel nostro paese ad Alice Pignagnoli, neo mamma e portiere del Cesena Femminile, e Sydney Leroux non potranno usufruire di queste nuove normative, ma la FIFA sta lavorando per garantire “protezione” alle mamme/calciatrici del futuro. 

 

Potrebbe interessarti

Maniero-gol e l’Avellino batte il Potenza dell’ex Capuano

Dopo la sconfitta in campionato contro il Catania l’Avellino di Braglia torna in campo per…