La proclamazione

Oggi 14 Febbraio 2021, San Valentino, un nuovo inizio per l’AIA, associazione italiana arbitri. Un cambio di dirigenza che vede finire l’era Nicchi e dare inizio a quella di Alfredo Trentalange.

L’ex arbitro internazionale supera con  193 voti,  il presidente uscente che ne riceve solo  125.  I votanti 320.

Tanti gli esponenti delle varie sezioni italiane che si sono espressi in favore di un uomo che si fa portatore di innovazione, puntando sulla massima interazione possibile del rapporto uomo-macchina.

Il programma

Molti punti del suo programma oltre che ha una massima fiducia nella tecnologia hanno messo in risalto parole come: trasparenza, meritocrazia e velocizzazione nelle carriere. Da tempo a capo del settore tecnico, la formazione all’avanguardia e’ un suo punto di forza affinché’ possano essere presentati quanti più possibili arbitri al settore internazionale.

Il suo Slogan è “nuovi e diversi”.
“Per fare cose nuove e diverse, noi per primi dobbiamo essere nuovi e diversi”. Un confronto sempre più importante tra i vari membri ed atleti che porta alla crescita di nuove conoscenze e consapevolezze.  Obbligo è: lavorare di squadra!

Chi e’ Alfredo Trentalange

Della sezione AIA di Torino, ha iniziato ad arbitrare a soli 15 anni. In serie  C (70 gare), in serie B (115 gare) Dopo l’esordio in Serie A, nel 1989, in Napoli Pisa con Maradona, Il Torinese ha collezionato 197 presenze nella massima categoria e ben 70 internazionali.

Un in bocca al lupo al nuovo presidente.

 

Potrebbe interessarti

Napoli United – Pianura I 0 – 0 I Zigarelli in tribuna

Il big match tanto atteso di questa domenica 11 aprile, termina con un risultato ad occhia…