Jorginho, Albiol e Cavani: c’è un po’ di Napoli nelle finali europee

- Advertisement -

Purtroppo per il Napoli, quest’anno, non c’è stato niente da fare: eliminato ai sedicesimi di finale da un non irresistibile Granada, da qualche anno sembra soffrire l’impatto con le competizioni europee.
Una sorpresa, dopo che l’anno scorso aveva tenuto testa al Barcellona agli ottavi di Champions.

Tuttavia, chi ha salutato ormai l’ ex San Paolo sembra avere una marcia in più quest’anno.

Jorginho

Classe ’91, acquistato dal Chelsea nell’estate del 2018, Jorginho è il faro del centrocampo dei Blues e della Nazionale italiana. Punto di riferimento imprescindibile, rigorista implacabile, le speranze degli uomini di Tuchel passano anche dai suoi piedi.

Corre voce, ultimamente, che voglia tornare in Italia. Il prezzo è alto: si parte dai 50 milioni.

Raul Albiol

Sta vivendo una seconda giovinezza al Villarreal, quando tutti ormai lo davano sul viale del tramonto. 35 anni, al Sottomarino Giallo ha collezionato quarantadue presenze in stagione ed è diventato una pedina fondamentale per Emery.

Il 26 maggio si giocherà un trofeo che ha già alzato nel 2004, quando vestiva la maglia del Valencia.

Edinson Cavani

Un aprile da fuoriclasse assoluto, ieri la doppietta contro la Roma a sigillare il passaggio del turno. Cavani, dopo lo scetticismo iniziale a Manchester, si è preso la fiducia dei tifosi, di Solskjaer e della società, tanto che il suo rinnovo con i Red Devils è ormai solo una formalità dopo le voci insistenti da Buenos Aires, sponda Boca.

Più di 400 gol in carriera, 78 in 104 partite con il Napoli, il suo rendimento offensivo è uno delle armi più scintillanti del repertorio dello United.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P