De Cesare vende l’Avellino. Non la svende. Ma finalmente appare convinto di dare via la società. La trattativa con Luigi Izzo, imprenditore della Valle Caudina nel settore edilizio, è ben avviata. Ieri l’incontro per il passaggio societario. doveva essere la svolta, invece è stata rimandata.

Izzo vuole l’Avellino a 1,2 milioni di euro, de Cesare non lo vende a meno di 2 milioni. Una differenza notevole, che al momento non riesce a mettere d’accordo le due parti. Quasi il doppio, eppure l’ostacolo non appare insuperabile. da un lato c’è la volontà di acquistare, dall’altro la necessità di vendere. Nel mezzo c’è la verità, anche nel piano che Izzo avrebbe già preparato per il rilancio. L’idea, infatti, sarebbe quella di affidare ad Aniello Martone, ex Casertana, l’incarico di direttore generale.

Potrebbe interessarti

Giugliano, Sestile: “Mai avuto incontri, Agovino resta”

“Per me è come se la notizia non esistesse. Anzi, la notizia è infondata”. Salvatore Sesti…