Intervista al tecnico Domenico Citarelli

- Advertisement -

Mimmo Citarelli allenatore di grande valore e conosciutissimo nel mondo del calcio campano. In questi giorni la nostra redazione, ha fatto una piacevole intervista al tecnico che come ci dirà, ha vinto diversi campionati regionali, essendo uno dei tecnici che ha vinto di più. Ascoltiamo le sue parole in questa intervista:

Mister Citarelli ripercorriamo la sua carriera prima da calciatore e poi da allenatore:

“Ho iniziato a giocare sul serio nel 1976/77 nelle giovanili del Napoli con il mio allenatore il compianto Mr Riccardo De Lella,46 anni di calcio tra calciatore e allenatore, mai un altro lavoro, solo e sempre calcio. Sono fortunato perchè ho trasformato la mia passione immensa in lavoro”

Dopo la parentesi calcistica ha iniziato ad allenare, qual’è stata la prima squadra che ha allenato?

Da qualche anno avevo aperto una mia scuola calcio a Volla,e giocavo ancora in serie D dopo pochi anni smetto di giocare e nel 1994/95 il grande DS Simonetti che era alla Nocerina sapendo che ero stato un giocatore ben voluto dai tifosi dalla piazza tutta, mi propose di allenare la Berretti(under 18/19) e seguire i giovani della prima squadra prima con Mr Santosuosso e poi con Mister Del Neri. Ho iniziato ad allenare con la Nocerina Berretti 94/95″.

Quale è stato il momento migliore della sua carriera?

“Il momento migliore da tecnico è iniziato da quel momento a Nocera perchè poi ho allenato continuamente per 26 anni e solo da 2 anni che ricopro il ruolo di responsabile tecnico del settore giovanile, l’anno scorso con l’Ischia Calcio e quest’anno Responsabile tecnico del settore giovanile del Real Forio (dell’ Isola D’Ischia),comunque sono sempre pronto se mi capita un programma ambizioso di ritornare in panchina. Il mio pane è il calcio da campo, responsabile oppure allenatore”

Quale è stata la partita più impegnativa che ha affrontato?

“La partita più impegnativa, tantissime, campionato vinto, playoff giocati tanti e vinti il primo playoff giocato in Campania l’ho vinto io con l’indimenticabile,Gragnano,3 volte finalista di Coppa regionale (Gragnano,V.Volla,Procida). Ho più di 450 panchine nei Dilettanti più 2 anni di allenatore giovanile Berretti, primi anni osservatore del calcio Napoli con il capo osservatori il mitico sceriffo Mr D’Alessio(era stato mio allenatore nel Mitico Campania ponticelli in C1 nel 1981/82)”.

Quale invece la tifoseria che ricorda con affetto?

La tifoseria che che ricordo di più sono la Frattese nel 1978/79/80/81 tre anni meravigliosi insieme ai tifosi, al Casoria in C2 tifosi che ancora ci sentiamo, il Campania ponticelli in C1 mio quartiere dove sono nato, Sorrento in C con tifosi che è una piazza storica. A Ischia tifosi nel vecchio e storico Rispoli che era una bolgia, la Turris un pubblico compatto e passionale, anche Valdiano i tifosi di 18 comuni, Campobasso piazza di serie B, Castel di Sangro, cittadina piccola e accogliente, Portici tifosi appassionati. Con tutti mi sono trovato bene, poi da qualche parte ho fatto benissimo e qualche altra parte di meno, però l’impegno in campo sempre il massimo, poi la mia Nocerina il mio vanto, dove ho conquistato tutto con i miei gol, una tifoseria che mi ha sempre dimostrato un grande affetto e io amo e amerò per sempre, io un molosso a vita e sono orgoglioso di esserlo. Ho giocato e segnato al San Francesco davanti a più di 10mila nocerini contro la Reggina, tre gol alla Paganese andata e ritorno, la Nocerina per me è casa e gioia è fare festa perchè vincemmo il campionato giocando con Mr Caramanno con il miglior calcio in serie C già nel 1983/84 iniziando a giocare dal basso, Caramanno era avanti 30 anni. Quella Nocerina è stata sicuramente una delle più forte della storia Molossa, con gioco e vittoria del campionato. Ho allenato tanti top player ma veramente calciatori fenomenali, talentuosi che sicuramente meritavano carriere più prestigiose che hanno fatto, non posso per rispetto di tutti fare nomi, ma ne ho allenati tanti che erano i migliori in assoluto del momento”.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

CALENDARIO 2022-23: SERIE A, SERIE B, SERIE C, SERIE D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.