Inter – Atalanta 4-0: video sintesi, goal e highlights da YouTube e Twitter

- Advertisement -

L’Inter di Simone Inzaghi ipoteca la vittoria dello Scudetto, mettendo a segno l’ottava vittoria consecutiva, conquistata davanti al proprio pubblico, quello di San Siro, nel recupero della ventunesima giornata contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, che lotta con onore ma cede con il punteggio di 4-0; neroazzurri che allungano a +12 sulla Juventus, prima inseguitrice, mentre i bergamaschi, nonostante la sconfitta arrivata dopo otto risultati utili di fila, non cambiano le proprie ambizioni di qualificazione alla prossima Champions League.

Prima frazione di gioco molto divertente, nella quale la dea dimostra personalità e voglia di aggredire la partita. Al decimo minuto, proprio gli ospiti trovano il goal del vantaggio con De Keteleare, che ribadisce in rete una respinta di Sommer su tiro di Miranchuk: la gioia dei bergamaschi però dura poco, con l’arbitro Colombo che richiamato a rivedere le immagini da parte del VAR, ravvisa un fallo di mano di Miranchuk conseguente ad un rimpallo con Bastoni.

La squadra di Gasperini continua ad essere propositiva, ed al quarto d’ora va nuovamente alla conclusione con Miranchuk, che calcia abbondantemente oltre la traversa.

Dopo aver subito l’inizio veemente ed aggressivo degli avversari, si scuotono i padroni di casa: al ventesimo Barella infila Carnesecchi ma il goal è annullato per fuorigioco dello stesso centrocampista neroazzurro. Al 25′ è Lautaro ad avere l’opportunità per sbloccare la sfida, dopo una gran percussione di Bastoni, ma la sua conclusione è imprecisa.

Pochi secondi più tardi, ecco che arriva il vantaggio dell’Inter: Lautaro imbecca la percussione di Mkhitayan, anticipato al limite dell’area dall’uscita di Carnesecchi, il quale però non riesce a trattenere la sfera, che capita sul sinistro di Darmian, cinico nel trovare il bersaglio e portare avanti i neroazzurri.

Alla mezz’ora i padroni di casa vanno ad un passo dal raddoppio, ancora con Darmian, che questa volta viene fermato dall’opposizione decisiva con i piedi da parte di Carnesecchi; premono i ragazzi di Simone Inzaghi, che sfiorano nuovamente la rete, questa volta con Lautaro Martinez, che dal limite dell’area scocca una conclusione che accarezza la traversa per poi spegnersi sul fondo.

Prima dell’intervallo, l’Inter riesce a segnare il goal del due a zero: splendida azione, che porta ad una palla in verticale per Dimarco che viene fermato dall’uscita di Carnesecchi, che esce ai limiti del versante sinistro dell’area di rigore per allontanare il pericolo; lo stesso Dimarco non si accontenta della rimessa laterale tenendo la palla in gioco, la serve a Pavard, il quale a sua volta la scarica a Lautaro Martinez, che la controlla dal limite, per poi fare una finta di corpo, spostarsela sul mancino e scoccare un sinistro che lascia di sasso Carnesecchi.

Nel secondo tempo gli scenari non cambiano, anzi, i padroni di casa mettono il sigillo sulla vittoria: cross di Dumfries e tocco impercettibile con la mano in area di Hateboer, che il signor Colombo riconosce dopo il supporto del Var e la revisione delle immagini attraverso il monitor di campo, sancendo il tiro dagli undici metri: dal dischetto si presenta Lautaro, che manca l’appuntamento con la doppietta trovando la parata di Carnesecchi, che intuisce la conclusione incrociata del capitano neroazzurro, ma sulla ribattuta non può nulla sul tap-in vincente firmato da Dimarco.

Partita in ghiaccio per l’Inter, che così come accaduto tre giorni fa in quel di Lecce, batte l’avversario con quattro reti di scarto: i neroazzurri, infatti, calano il poker grazie aduno dei nuovi entrati, Frattesi, che su un calcio di punizione messo al centro da Sanchez, anch’egli partito dalla panchina e chiamato in campo nella ripresa, anticipa i difensori della dea sul primo palo e di testa infila Carnesecchi.

La seconda stella si fa sempre più vicina per la squadra di Simone Inzaghi, dominatrice assoluta in questa stagione, sia in termine di risultati che di prestazioni.

Inter – Atalanta 4-0: video sintesi, goal e highlights da YouTube e Twitter

Inter (3-5-2): Sommer; Pavard, De Vrij, Bastoni; Darmian (46′ Dumfries), Barella, Asllani, Mkhitaryan (62′ Frattesi; 73′ Klaassen), Dimarco (68′ Carlos Augusto); Arnautovic, Lautaro Martinez (68′ Sanchez). Allenatore: Simone Inzaghi.

Atalanta (3-4-2-1): Carnesecchi; Scalvini (58′ Hien), Djimsiti, Kolasinac (58′ Bakker); Hateboer, Pasalic, Ederson, Zappacosta; Koopmeiners (57′ Adopo), Miranchuk (57′ Lookman); De Ketelaere (76′ Touré). Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Andrea Colombo, sezione Como

Marcatori: 26′ Darmian (I); 45+1′ Lautaro Martinez (I); 54′ Dimarco (I); 71′ Frattesi (I)

Ammoniti: 22′ Darmian (I); 45′ Ederson (A); 65′ Hien (A); 71′ Bakker (A); 76′ Bastoni (I); 89′ Touré (A)

https://twitter.com/tekkersfoot/status/1762933766190690691

https://twitter.com/tekkersfoot/status/1762938838748455199

https://twitter.com/tekkersfoot/status/1762945466914791577

https://twitter.com/Inter_Xtra/status/1762950103181017358

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

CALENDARIO 2023-24: SERIE A, SERIE B, SERIE C, SERIE D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.