Il futuro di Lorenzo Insigne sembra sempre più lontano da Napoli. Dopo la recente intervista che il capitano azzurro ha rilasciato al Corriere dello Sport, impazzano le notizie ed i rumors attorno all’attaccante frattese.

Tre indizi fanno una prova

Le dichiarazioni di Ancelotti, quelle dello stesso Insigne ed il procuratore. Sono questi i tre indizi che fanno pensare ad un addio del capitano del Napoli.

  1. Nella conferenza stampa precedente alla gara con la Roma, il tecnico azzurro rispose ad una domanda relativa al mercato in uscita: “Allan e Koulibaly sono calciatori del Napoli e tali resteranno. Quando mi vedrete incatenato a Castel Volturno vuol dire che sono andati via”. Nessun riferimento dunque, all’eventuale partenza di Insigne. A dirla tutta la domanda era specifica sui due calciatori, ma di una possibile partenza di Lorenzinho si parla da tempo, quindi un appunto da parte di Ancelotti poteva starci.
  2. Come detto, non sono passate inosservate le parole dello stesso capitano azzurro al collega Antonio Giordano del Corriere dello Sport: “Ho 28 anni potrebbe capitare un’offerta irrinunciabile. Ho dimostrato quanto valgo e in giro c’è gente che mi stima. Mi scoccia arrivare ad un passo dal successo e poi non vincere”.
  3. A chiudere il cerchio il cambio di procuratore operato da Insigne, che ha scelto Mino Raiola come suo nuovo agente. La scelta non vuol dire necessariamente partenza (vedi Hamsik) ma il “cattivo pensiero” è inevitabile.

Verso la Spagna…

Ed il futuro del talento di Frattamaggiore potrebbe andare in direzione iberica. La scorsa settimana si è letto di un’offerta da parte dell’Atletico Madrid per Lorenzo Insigne. La proposta della squadra della capitale spagnola però, pare assai lontana dalla valutazione fatta dal Napoli, che non lascerebbe partire il suo capitano per una cifra inferiore ai 90 e forse addirittura 100 milioni di euro. I colchoneros invece, pare siano arrivati ad offrire “appena” 50 milioni.

… in Catalogna

In realtà, secondo le nostre fonti, molto vicine alla famiglia Insigne, “l’offerta irrinunciabile” sarebbe quella del Barcellona. I blaugrana potrebbero privarsi di Philippe Coutinho, cercato da PSG e Manchester United. L’attaccante brasiliano ha recentemente dichiarato di non voler tornare in Premier, ma potrebbe essere la scelta del Paris Saint Germain per sostituire uno tra Neymar e Mbappé, qualora dovessero partire. Se dovesse partire Coutinho, il Barça ha scelto Insigne per sostituirlo, puntando sulla crescita di Dembelé, insieme a Messi e Suarez punti fermi dell’attacco catalano. L’offerta dei blaugrana si aggirerebbe proprio sui 100 milioni richiesti dal Napoli, forti di un incasso superiore derivante dalla cessione del brasiliano. Vedremo se la trattativa prenderà realmente piede nei prossimi mesi.

Potrebbe interessarti

Italia – Grecia, la nazionale Made in Naples

Donnarumma, D’Ambrosio, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, …