Sotto la lente della Procura Federale il match dello scorso 30 marzo disputato tra Crotone e Carpi per un flusso eccessivo di scommesse al Cabassi.

Tale sfida, finita per 2-1 in favore del Crotone, determinò la retrocessione in serie C del Carpi e un vespaio di polemiche sulla direzione dell’arbitro Ghersini per un rigore non concesso ai biancorossi. La magistratura sportiva della Figc avrebbe, quindi, aperto sul match un fascicolo affidato ad un collaboratore della Procura.

“Al momento siamo solo alle fasi embrionali come da protocollo ogni volta che il sistema di controllo sulle scommesse evidenzia qualche anomalia, ma nei prossimi giorni è possibile che la Procura passi allo stato successivo delle indagini”, fa sapere Il Resto del Carlino. (cdn/AGIMEG)

Potrebbe interessarti

Savoia, l’abbraccio dei tifosi a squadra e società nel brindisi di fine anno

Di Luigi Capasso La buona fine è arrivata sul campo con 7 vittorie di fila e 12 risultati …