Nola-Savoia, la cronaca del match

Aria di derby allo “Sporting Club” di Nola, dove i padroni di casa ospitano il Savoia con in palio punti pesanti per i rispettivi obiettivi, la salvezza per i bruniani e i playoff per i torresi. Campilongo coi titolarissimi, ad eccezione di Guastamacchia che rileva lo squalificato Cacace. Liquidato risponde con un 4-4-2 con Stoia e l’ex Gennaro Esposito in attacco. E sono proprio questi due a confezionare l’immediato vantaggio dei padroni di casa: sfruttando un errato disimpegno di Ausiello, Stoia si invola sulla sinistra in sospetta posizione di fuorigioco mettendo in mezzo per Esposito che da due passi non può sbagliare. Vibranti polemiche da parte oplontina perchè l’arbitro aveva segnalato fuorigioco nonostante il guardalinee non avesse sbandierato: dopo un conciliabolo, il gol viene convalidato. Il Savoia risponde subito con Diakitè che viene atterrato in area, ma l’arbitro non concedere il rigore. Al 22’ ottimo cross di Esposito dalla sinistra, Alvino ci arriva in equilibrio precario e il suo colpo di testa è sbilenco. Il terzino del Savoia è il migliore dei suoi e al 25’ confeziona un altro traversone perfetto: Diakitè si avvita col pallone che sfiora di un niente il palo. Alla mezz’ora ennesima palla gol clamorosa per il Savoia: Diakitè lancia Alvino che tira ad incrociare centrando in pieno il palo interno, con la sfera che poi balla sulla linea senza entrare. Termina così col vantaggio bruniano un primo tempo nel quale il Savoia avrebbe meritato certamente qualcosa di più.

La ripresa vede il Nola partire certamente meglio, tanto che i padroni di casa hanno un’ottima occasione per il raddoppio: al 14’ lancio di Troianiello per Stoia, che tutto solo davanti a Savini tenta il pallonetto che finisce morbido tra le braccia del portiere biancoscudato. Passata la paura, Campilongo – che nell’intervallo tra primo e secondo tempo è stato espulso – comanda al suo vice Vanacore un doppio cambio a trazione offensiva: dentro gli attaccanti Ayina e Rondinella, fuori il mediano Costantino ed il terzino Nives, replicati poco dopo dall’inserimento di Maranzino e Tedesco per Rekik e Ausiello. Al minuto 29 miracolo di Gragnaniello che si supera sul tiro di Alvino deviato da un difensore bianconero. Al 38’ ancora attento Gragnaniello che sul suo palo disinnesca la conclusione di Tedesco. Al 44’ ci prova Ayina ma il suo tiro di destro è fuori misura. Non bastano cinque minuti di recupero al Savoia per trovare almeno il pareggio: l’imprevisto stop in quel di Nola fa allontanare gli oplontini dal treno play-off e consegna punti vitali ai ragazzi di Liquidato dopo sei sconfitte consecutive.

Nola-Savoia, il tabellino

NOLASAVOIA 1-0 (primo tempo 1-0)
MARCATORE: 8’ Ge. Esposito (N)
NOLA (4-4-2): Gragnaniello; Lippiello (70’ D. Napolitano), D’Anna, P. Esposito, Falivene; Troianiello (63’ Paradisone), Vaccaro, Colarusso, Madonna (82’ G. Napolitano); Ge. Esposito (94’ Pastore), Stoia (63’ Giu. Esposito). A disposizione: Caliendo, Anzalone, Tagliamonte, Milvatti. Allenatore Stefano Liquidato
SAVOIA (4-3-3): Savini; Nives (61’ Rondinella), Guastamacchia, Poziello, Esposito; Costantino (60’ Ayina), Gatto, Ausiello (67’ Tedesco); Alvino, Diakitè, Rekik (67’ Maranzino). A disposizione: Scolavino, Imbriola, D’Ancora, Franzese, Liguoro. Allenatore Salvatore Campilongo
ARBITRO: Giacomo Monaco di Termoli
AMMONITI: Lippiello, D’Anna (N); Poziello (S)
ESPULSI: Campilongo (all. Savoia)
NOTE: Spettatori 600 circa, di cui 150 ospiti. Angoli 1-5. Recupero 1’ pt e 5’ st

Potrebbe interessarti

La Turris “si beve” il Marsala: al “Liguori” termina 3-0. I corallini di Fabiano vincono i playoff del Girone I

E’ da poco terminata allo stadio “Liguori” di Torre del Greco la finale …