Niente da fare per il Portici 1906, niente sembra andare per il verso giusto ai vesuviani. Difatti dopo gli ultimi risultati confortanti, gli uomini di mister Mattiacci fanno un passo indietro e cedono alla Città di Anagni Calcio. Non è il Portici visto la scorsa settimana contro l’Aprilia, anzi i biancocelesti disputano una gara sottotono, rendendosi pericolosi in sole due occasioni. Gli avversari, al contrario, sono scesi sul terreno di gioco con la giusta cattiveria agonistica, dimostrando a tutti i costi di voler portare a casa i tre punti, in uno scontro salvezza che ora fa scivolare gli azzurri a sole due lunghezze di vantaggio dalla zona playout.

Eppure c’è rammarico per i vesuviani: gli ospiti difatti trovano il vantaggio nei minuti finali della prima frazione di gioco con Cardinali. Bravo ad inizio ripresa il giovane portiere Marco Torino a neutralizzare dagli 11 metri e tenere ancora in vinta la propria squadra. Successivamente il Portici si riversa in attacco, rendendosi pericoloso in diverse occasioni, ma poi l’espulsione del classe ’99 Grieco pregiudica il resto del match. Peccato inoltre per l’occasione creata da Arpino nei minuti finali del match, in cui gli ospiti mettono al sicuro il risultato grazie al definitivo 0-2 firmato da Flamini.

C’è rimpianto, dunque, in tutto l’ambiente porticese. I 7 punti conquistati in 3 partite avevano restituito fiducia alla squadra. Ora bisognerà ripartire dalla prossima giornata di campionato, che vedrà i ragazzi di mister Mattiacci impegnati nella sfida esterna contro il Calcio Tor Sapienza. Una vittoria ridarebbe respiro all’intera piazza porticese.

Potrebbe interessarti

Champions ed Europa League: tutte le decisioni dell’Uefa

Le gare di ritorno degli ottavi di Champions League si disputeranno nelle sedi previste co…