GIUGLIANO PALERMO – Agovino e i suoi, dopo sei vittorie su sei in casa, devono arrendersi al Palermo. La capolista ha avuto la meglio, ma il risultato è piuttosto bugiardo vista la prestazione messa in campo dai tigrotti. Brivido iniziale al 3′ con Impagliazzo vicino ad un clamoroso autogol causa un’incomprensione col portiere Mola. Al 18′ Pelagotti si supera su una punizione di Liccardo destinata nel sette. Al 22′ Mola è chiamato ad un doppio miracolo su Felici che, approfittando di una disattenzione di Impagliazzo, si è ritrovato a calciare due volte in posizione favorevole a tu per tu col giovane portiere gialloblù. Al 26′ ancora Pelagotti salva questa volta però su De Vena e poi al 29′ Orefice semina il panico e la sua conclusione si è poi spenta a centimetri fuori dalla porta. Al 37′ Felici porta in vantaggio i rosanero grazie ad un’altra incomprensione del reparto arretrato gialloblù, questa volta Mola non può nulla. Al 53′ Santana impegna nuovamente l’estremo difensore del Giugliano con un destro velenoso. Il secondo tempo viene giocato a ritmi decisamente più bassi rispetto al primo ed il Palermo è bravo a controllare le offensive dei tigrotti che vanno alla conclusione all’83’ e al 92′ con Caso Naturale, senza però far cambiare il risultato. Arriva dunque la seconda sconfitta consecutiva per i ragazzi di Agovino, seppur contro due corazzate come Savoia e Palermo.

Potrebbe interessarti

Giugliano, Gaetano e Luigi Sestile in coro: “Col Palermo una sola squadra in campo”

Una sconfitta che ha lasciato tanto amaro in bocca in casa Giugliano, vista la prestazione…