CASORIA. Con un comunicato ufficiale il Casoria Calcio annuncia la rinuncia alla partecipazione al Campionato Juniorese, ecco il comunicato ufficiale:

Il Casoria Calcio comunica, con profondo rammarico, di rinunciare a partecipare al Campionato Regionale
Juniores 2018/2019 a causa delle gravi e inaccettabili discriminazioni subite a seguito della formulazione dei
Gironi da parte della FIGC LND Campania, come da Comunicato Federale n. 35 del 04/10/2018.
Questa Società aveva già immediatamente contestato l’illogica composizione dei Gironi, chiedendo – per le
vie formali, con fax inviato alla FIGC LND Campania il 05/10/2018 e sottoscritto anche da Afro Napoli e San
Giorgio – di conoscere i criteri che avrebbero determinato l’inserimento del Casoria Calcio in un
raggruppamento che prevede ben 4 compagini isolane, circostanza che non ha precedenti e che comporta
un notevole aggravio dei costi e, soprattutto, serie problematiche di carattere organizzativo che
andrebbero a ricadere sulle attività lavorative dello staff tecnico e su quelle scolastiche dei giovani
calciatori.
Tuttavia, dalla FIGC LND Campania non è arrivato alcun riscontro formale, se non una telefonata del
Segretario Vecchione che avrebbe addotto a giustificazione di tale scelta una logica “di rotazione”, tra una
stagione e l’altra, nell’abbinamento tra squadre della terraferma della provincia di Napoli e isolane. Ma il
Casoria Calcio ha contestato, con elementi oggettivi e inoppugnabili, proprio la mancata applicazione del
criterio che lo stesso Segretario Vecchione sosteneva di avere utilizzato. Come si evince chiaramente dalla
tabella allegata, collocando in una griglia tutte le Società dell’area napoletana iscritte agli ultimi tre
campionati di Juniores Regionale, il Casoria Calcio è stato inserito nella stagione 2016/2017 (quando
partecipava al suo primo campionato di Promozione…) in un Girone con 3 squadre dell’isola di Ischia, nella
stagione 2017/2018 in un Girone con 1 squadra dell’isola di Procida e nella corrente stagione in un Girone
con 4 squadre dell’isola di Ischia. Il totale è di 8 trasferte sull’isola. Il trattamento riservato al Casoria Calcio
(e ad altre tre Società evidenziate in tabella) è gravemente discriminatorio se si considera che, volendo
restringere l’analisi alle sole Società dell’attuale Eccellenza, c’è chi in queste tre stagioni ha sostenuto al
massimo 2 o 3 trasferte sull’isola!
Seppure in via informale, dalla FIGC LND Campania sono inizialmente pervenuti segnali di comprensione
dell’errore commesso (tanto che è stata accolta la richiesta di rinvio della gara Frattese – Casoria) e persino
l’ex Presidente Gagliano, nella giornata in cui è stato rimosso dall’incarico, ha tenuto a precisare, anche con
un messaggio inviato al nostro Direttore, che la composizione dei Gironi di Juniores Regionale è stata “un
abuso commesso dal Segretario Vecchione nell’assumere decisioni che non gli competevano” e che “alle ore
8:29 (del 5 ottobre ndr) nel pieno delle mie funzioni (visto che la decadenza è avvenuta alle ore 10:33) ho
invitato il Segretario Vecchione a bloccare i campionati di Attività Mista (…)” considerato che le Società
“Casoria, Afro Napoli e San Giorgio hanno perfettamente ragione in quanto il criterio utilizzato da
Vecchione e da chi ha collaborato è sconcertante e non trova alcun tipo di logica”.
Visto che intanto è stata disputata la prima giornata di campionato Juniores Regionale e solo il Casoria è
rimasto coerente nella sua posizione, si sarebbe potuto ripristinare un minimo di parità di trattamento

dirottando il Casoria nel Girone F (attualmente ad 11 squadre). Una proposta ragionevole e praticabile,
rappresentata per le vie informali agli organi federali, da cui però non sono più pervenuti segnali di
apertura.
Pertanto, il Casoria Calcio, dopo aver regolarmente versato la quota di iscrizione e, soprattutto, dopo aver
allestito una rosa di giovani calciatori che si sta allenando da oltre un mese presso il campo “Papa” di
Cardito (con notevole sforzo economico per la Società e disagio per i ragazzi, a causa della indisponibilità
del “San Mauro” di Casoria), PUR DI NON PIEGARE IL CAPO DAVANTI ALLA PALESE DISCRIMINAZIONE
SUBITA, rinuncia a partecipare al Campionato Regionale Juniores 2018/2019.
Una decisione così dolorosa, però, non può essere priva di conseguenze.
Infatti, considerato che per le Società di Eccellenza la partecipazione al campionato Juniores Regionale è
posta dalla FIGC LND Campania come OBBLIGATORIA (pena la somministrazione di diverse sanzioni, anche
di carattere economico), e visto che la rinuncia del Casoria Calcio NON È ESERCITATA PER VOLONTÀ
PROPRIA ma è stata cagionata da INEFFICIENZE E DISCRIMINAZIONI IMPUTABILI ALLA STESSA FIGC LND
CAMPANIA, il Casoria Calcio dichiara sin d’ora che non intende aggiungere al danno la beffa e quindi chiede
la restituzione della quota di iscrizione già versata e dichiara di non essere disposta ad accettare
passivamente alcuna sanzione, riservandosi in caso contrario di adire ogni via legale a propria tutela.

Potrebbe interessarti

ESCLUSIVA / Il procuratore Salvio Pietroluongo della SF Managment

MONTE DI PROCIDA. Il mese di dicembre è un mese molto caldo, non solo per via della festa …