Giuffredi: Sepe, Hysaj e Report, le parole dell’agente a Radio Marte

- Advertisement -

L’agente campano Mario Giuffredi, tra i più importanti procuratori italiani, ha parlato oggi sulle frequenze di Radio Marte. Tra i punti toccati nell’intervista, il futuro dei suoi assistiti Sepe e Hysaj e le dichiarazioni rilasciate alla trasmissione d’inchiesta Report.

Giuffredi, il futuro di Sepe e Hysaj

Interpellato riguardo Luigi Sepe, portiere retrocesso con il Parma e cresciuto nelle giovanili del Napoli, Giuffredi ha dichiarato: “Sepe può tornare al Napoli come secondo? Penso che Sepe debba in un club dove gli danno la possibilità di fare il titolare. Negli ultimi anni ha dimostrato di essere uno dei migliori in Serie A ed è giusto che continui a dimostrarlo. Come secondo a Napoli non verrebbe? Non ho detto questo ma dico che la soluzione migliore per lui è di giocare con continuità. A Napoli non c’è la continuità che cerchiamo. Poi che possa essere una soluzione bella e carina non c’è dubbio. Bisogna vedere che tipo di gestione Spalletti farà dei portieri, con la gestione dei portieri di Gattuso saremmo stati più predisposti”. In merito poi al terzino albanese Elseid Hysaj, il procuratore si è espresso così:“Stiamo vagliando diverse soluzioni. Io personalmente non ho sentito ancora la Lazio, continuiamo a fare il nostro lavoro lavorando sulle soluzioni che ci sono. Poi se arriverà la Lazio ben venga. Sarà un grande affare per chi lo prenderà. Ci sono diverse squadre su di lui. Hysaj rinnova con il Napoli? Assolutamente no.”

Giuffredi e l’intervista a Report

Chiosa finale sull’intervista concessa da Giuffredi alla trasmissione Report all’interno di un’inchiesta sui traffici illeciti degli agenti sportivi: “Sono abituato a non scappare mai e a mettere la faccia, anche quando sbaglio. Mi ha amareggiato che la mia situazione sia stata amplificata all’inverosimile non facendo uscire la verità. Sono amareggiato anche del fatto che nonostante mi sia ritrovato in pochi anni a essere indagato per 4 volte, quando invece ci sono soggetti che lavorano all’estero da anni e non sono mai stati indagati. Devo prendere in considerazione anche io questa idea a quanto pare, così non mi indagano più. Queste cose danno fastidio e ti fanno vivere male. Prima di scrivere bisognerebbe informarsi bene“.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P