Genoa 1-1 Fiorentina | Destro apre le danze, Vlahovic pareggia i conti

- Advertisement -

Terminata la pausa per le Nazionali, il Genoa incontra la Fiorentina al Ferraris in una partita importante per mantenere la distanza di sicurezza dalla zona retrocessione.
Stagione complicata per entrambe le squadre, sicuramente sotto le aspettative.

Il Genoa di Ballardini riparte dal 3-5-2, il modulo che ha regalato più gioie in questa stagione. Davanti Destro, sostenuto dall’appena rientrato Gianluca Scamacca. Dietro di loro, centrocampo folto composto da Behrami, Badelj e Strootman; largo a destra, Biraschi vince il ballottaggio con Czyborra.

Esordio (si fa per dire…) di Iachini sulla panchina viola dopo l’addio di Prandelli. La Fiorentina si schiera a specchio, sempre 3-5-2, sostenuta dal tandem Vlahovic – Ribéry. Caceres avanza di posizione rispetto alla gestione Prandelli e prende posto sulla fascia sinistra.

Genoa – Fiorentina: il ritorno di Destro

Partita che si preannuncia equilibrata ma ci mette solo 13 minuti il Genoa a smentire la prima impressione. Filtrante col contagiri di Zappacosta che trova Scamacca, il giovane under-21 della Nazionale pesca Destro che appoggia comodo in rete. Vantaggio rossoblù e Mattia Destro che mostra una condizione invidiabile per tutto il primo tempo, ritrovando quell’energia che gli ha permesso di distinguersi nella prima parte della stagione e che sembrava essersi appannata.

La Fiorentina non reagisce immediatamente, il gol è stato una mazzata importante. La palla circola sempre lontana dalla retroguardia avversaria e ci si affida ai lunghi lancioni per trovare una falla nella difesa di Criscito & co.
Al 23′ Pezzella imbrocca il lancio giusto e trova la testa di Castrovilli, che si appoggia a Vlahovic. Il serbo non ci pensa due volte a colpire al volo e a bucare un incolpevole Mattia Perin. 1-1, palla al centro.

Dopo il pareggio, gli uomini di Iachini sembrano più in bolla e controllano la partita, le ripartenze del Genoa si affidano alle sgroppate di Zappacosta, oggi in giornata di grazia.

Fino al 40′ nessuna azione importante da segnalare ma allo scadere una grande occasione per parte: al 43′ Destro sfugge alla marcatura sulla destra ma davanti a Dragowski stampa il suo tiro sul palo; sul ribaltamento si alza uno spiovente e Castrovilli tenta una rovesciata spettacolare. Palla sul fondo, purtroppo per il 10 della Viola. Maresca manda tutti negli spogliatoi senza recupero, la partita è apertissima.

Genoa – Fiorentina: follia di Ribéry

Pronti, via. Neanche il tempo di accomodarsi in panchina per Iachini che Ribéry entra col piede a martello su Zappacosta. Per Maresca non ci sono dubbi: rosso diretto. Il francese non protesta nemmeno, dal replay sembra che l’arbitro ci abbia visto giusto.

Gli uomini di Ballardini, però, non ne approfittano, e nonostante l’uomo in meno è la Fiorentina a rendersi più pericolosa. Al 66′ la prima occasione: Castrovilli la mette morbida in area e sbuca Bonaventura lanciato in velocità: la sua torsione di testa finisce fuori, Perin tira un sospiro di sollievo.

Fase confusa del match, anche i nuovi entrati non sembrano in grado di invertire la tendenza della partita. Badelj al 74′ ci prova con un tiro da fuori ma non impensierisce Dragowski. La Viola si difende con ordine, ma d’altra parte al Genoa non sembra interessare troppo affondare il colpo.

Il cronometro scorre, ma di buone occasioni neanche l’ombra. Entrambe le squadre sembrano accontentarsi di un pareggio, del resto non è una novità.

Nonostante un contatto dubbio su Zappacosta al 94′, termina 1-1 al Ferraris, un pareggio che rispecchia la stagione mediocre di entrambe le squadre, che a questa stagione non hanno più molto da chiedere.

Genoa – Fiorentina: il tabellino

GENOA (3-5-2); Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito (K); Biraschi (62′ Zajc), Behrami (70′ Ghiglione), Badelj, Strootman (83′ Melegoni), Zappacosta; Destro (70′ Pjaca), Scamacca (83′ Shomurodov). A disp.: Marchetti, Paleari, Zapata, Goldaniga, Cassata, Rovella, Czyborra. All.: D. Ballardini

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella (C), Quarta; Caceres (71′ Biraghi), Bonaventura (71′ Eysseric), Pulgar, Castrovilli (83′ Callejòn), Venuti (89′ Amrabat); Ribery, Vlahovic (89′ Kouamé). A disp.: Terracciano, Rosati, Valero, Olivera, Barreca, Montiel, Ponsi. All.: G. Iachini

ARBITRO: Maresca di Napoli

ASSISTENTI: Vecchi-Mokhtar

IV UOMO: Fourneau

VAR: Banti

AVAR: Tegoni

MARCATORI: 13′ Destro, 23′ Vlahovic

AMMONITI: Strootman, Zajc, Eysseric

ESPULSI: 50′ Ribéry

 

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P