di Aniello Battaglia

Alla fine i timori del mister Squillante hanno preso concretezza. Infatti il mister aveva preoccupazioni per questa trasferta in terra pugliese, in quanto si sapeva di una squadra caparbia e ostica.

Non solo, ma il mister aveva timori anche sull’evolversi del campionato fino alla fine. Infatti ci sono da combattere squadre che hanno tutte lo stesso obiettivo salvezza e quindi disposte a giocarsi il tutto per tutto.

D’altra parte però Squillante poteva contare su un trend vincente degli ultimi risultati acquisiti, della stabilità di gioco mostrata dai suoi. La partita col Gravina aveva avuto un inizio che ben faceva sperare, ma poi i padroni di casa hanno messo in campo tutta la loro forza per far sì che raggiungessero la piena posta in palio.

Eppur tantissime sono state le puntate a rete della Gelbison e si può dire che solo per certi versi, non si è riusciti a segnare. Quindi stop ai rosso blu dopo una serie di risultati, cinque, che avevano dato un grande auspicio di stabilità per il prosieguo.

Arrivano gli audaci

Prossimo incontro casalingo con l’Audace Cerignola, che si presenterà allo stadio “Morra” con grandi velleità di far risultato. A questo proposito il mister Squillante: “Con il prossimo turno affronteremo una squadra che avrà molte velleità in quanto naviga nella zona alta di classifica per cui è in cerca di punti, forte del risultato ottenuto col Sorrento, altra compagine di alta classifica. Quindi da questo si evince che il campionato è abbastanza agguerrito fra squadre che hanno l’obiettivo salvezza e quelle che mirano al salto. Per conto nostro, affileremo le armi per combattere ad armi pari, contando sullo spirito dei nostri ragazzi e sull’esperienza maturata. Lavoreremo intensamente, come sempre, per affrontare l’ennesima battaglia per avvicinarci e conquistare il nostro obiettivo”.

Potrebbe interessarti

Castel San Giorgio: continua la preparazione di mister De Cesare

di Francesco Monaco Continua la preparazione del Castel San Giorgio in vista dell’in…