Gattuso minaccia le dimissioni

- Advertisement -

Napoli-Milan il post partita

Dopo il match di Domenica tanto atteso tra Napoli-Milan, terminato a favore dei rossoneri, il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, si è lasciato andare in qualche dichiarazione che ha destabilizzato i giocatori azzurri.

“È colpa mia, sono io il responsabile” ha esordito così, finendo però per dare la colpa anche a chi, sceso in campo, ha mostrato un po’ di saccenza, un atteggiamento da “professorini”, riferito soprattutto ai big della rosa azzurra (Mertens, Insigne, Fabian Ruiz).

Lo sfogo di Ringhio ovviamente non è piaciuto alla squadra.

A fine partita il tecnico nelle interviste si è preso la sua fetta di colpe, come ha sempre fatto ma ha accusato i giocatori di non avere la giusta mentalità. A causa di tutto ciò si dice siano volate parole pesanti nello spogliatoio.

Il confronto negli spogliatoi e la minaccia di Ringhio

La squadra ha voluto un confronto negli spogliatoi e sono volate parole grosse perchè non hanno gradito la figura pessima causata anche dalle parole del mister, ribadendo di aver sbagliato ma di aver comunque dato il massimo. Anche Mario Rui, Maksimovic, Koulibaly hanno gradito pochissimo le fuoriuscite di Gattuso. Ma dopo la ‘la brutta figura’ pubblica è arrivata la controreplica di Gattuso che ha minacciato le dimissioni. All’incirca queste sono state le sue parole: “Se non mi seguite me ne vado”.

La tregua

Ma il rispetto e l’ammirazione verso Gennaro Gattuso non sono spariti. Ieri, infatti, dopo un nuovo confronto a Castelvolturno, durante gli allenamenti a porte chiuse, sembra che le acque si siano calmate in vista dei due match contro il Rijeka e la Roma. Perché è proprio questo che chiede il mister, una concentrazione massima per tutte le partite da quelle più sottovalutate a quelle più importanti per non perdere di vista gli obiettivi.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P