Con il comunicato di ieri del Settore Giovanile e Scolastico del Comitato Regionale Campania si è chiarito definitivamente quanto accaduto domenica scorsa durante la gara tra Virtus Battipaglia e Pasquale Foggia, del campionato Under 16 Regionale.

Il comunicato

Recita così la decisione del Giudice Sportivo: “La partita è stata sospesa definitivamente durante l’intervallo, a pochi secondi dall’inizio del secondo tempo, le squadre erano rientrate in campo, quando un fulmine ha colpito due giocatori della Virtus Battipaglia, rendendo necessario il loro trasporto in ospedale. In accordo tra le due società con il DDG, la partita veniva sospesa”.

Decisione dell’arbitro

In molti hanno puntato il dito contro la FIGC, in questo caso rappresentata dal Comitato Regionale della LND. È bene sapere che, ove c’è una gara programmata, la decisione spetta della possibilità di giocare o continuare una partita solo ed esclusivamente al Direttore di Gara.

L’arbitro, insieme ai capitani e/o a rappresentanti delle due società, constata la reale praticabilità del terreno di gioco e se ci sono condizioni atmosferiche idonee alla pratica dell’attività sportiva all’aperto, senza che ci sia rischio di incolumità per i presenti.

Si potrebbe dire: “Perché la Federazione non ha sospeso a priori tutte le partite di domenica visto che si era a conoscenza del forte maltempo in arrivo?”. Di seguito vi speghiamo perché non è stato fatto.

Allerta meteo

A Napoli impazza ormai la questione “allerta meteo”, date le recenti e innumerevoli chiusure degli istituti scolastici ordinate dal sindaco De Magistriis e da molti suoi colleghi. Intanto il calcio si gioca. Con molte gare rinviate, ma si gioca. E sinceramente, avendo il polso della situazione, crediamo anche che sia giusto.

Procedura perfetta

Lo scorso weekend erano preannunciate tempeste in tutta la Campania, soprattutto per quanto riguarda la giornata di domenica 17 novembre. In molti si sono chiesti come mai il CR Campania non abbia rinviato tutte le gare in programma in quella giornata.

Facciamo chiarezza su questo punto. Il Comitato non può annullare le gare della singola giornata per una questione di equità, ma dovrebbe in ogni caso, rinviare tutto il weekend calcistico, come già successo in altre occasioni. Dato che per la giornata di sabato 16 novembre, erano previste piogge sì, ma non catastrofiche, si è deciso per il normale svolgimento della giornata di campionato.

Perfetta la decisione, comunicata domenica mattina, di far ripetere le gare in cui le società ospitate non avevano la possibilità di compiere praticamente la trasferta. Per strade allegate, chiuse o impossibilità a partire da e per le isole. Perfetta anche la tempistica della comunicazione, che ha ovviato alla possibilità di ritrovarsi qualche furbetto di turno.

Il riscontro nei fatti

Che la scelta sia stata giusta lo riscontriamo anche nei fatti. La stragrande maggioranza delle gare non giocate nei campionati giovanili, riguarda partite in programma tra le ore 9:30 e le ore 10:30 di domenica 17 novembre. Per il resto tutte le partite si sono giocate regolarmente. Un rinvio totale delle partite quindi, avrebbe creato solo un inutile slittamento delle date del calendario.

Potrebbe interessarti

Serie D/H: Sorrento, la vetta si avvicina. Agropoli fanalino di coda

Gladiator – Sorrento 0-1 Con un gol di Costantino il Sorrento conquista tre punti im…