Frattese | Guarino – D’Errico: pace fatta!

Ciro Muro è l’allenatore della Juniores della Frattese per la stagione 2020/21. A renderlo noto è la stessa società nerostellata attraverso la propria pagina Facebook ufficiale. Nella giornata di ieri l’ufficio stampa aveva già preannunciato che questa domenica sarebbe stata quella dei proclami e così è stato. Dopo l’annuncio del nuovo trainer della Juniores, si attende quello del tecnico della prima squadra.

Ex numero 10

La presentazione per Ciro Muro appare quasi superflua per uno dei protagonisti del primo scudetto del Napoli, chiuso dalla titolarità soltanto da un certo Diego Armando Maradona.

Prodotto della scugnizzeria napoletana Ciro Muro è stato scovato dalle strade di San Pietro a Patierno per approdare nel settore giovanile partenopeo. Dopo l’esordio in Serie A con la maglia azzurra, Ferlaino lo gira in prestito al Monopoli in Serie C1, dove vive una stagione esaltante diventando idolo dei pugliesi. Poi un anno al Pisa in Serie A ed il ritorno al Napoli per la stagione dello Scudetto. Un gol in campionato all’Ascoli e soprattutto, il gol del 2-0 nella finale di andata all’Atalanta nel trionfo in Coppa Italia.

Poi l’avventura alla Lazio con la quale conquista la promozione dalla Serie B alla Serie A e ci rimane anche la stagione successiva.

Si susseguono tre stagioni in Serie B con le maglie di CosenzaMessina e Taranto. La stagione 1993/94 segna il ritorno di Ciro Muro in Campania con la maglia dell’Ischia, con la quale disputa due stagioni. Poi il passaggio all’Albanova, in Serie C2. A Casal di Principe Muro gioca due stagioni da idolo della tifoseria, con un breve intramezzo al MateraSant’AnastasiaCasertanaViribus UnitisPomigliano e Manduria, segnano le ultime stagioni della carriera in campo di un numero 10 sempre amato dalle tifoserie.

Allenatore

Già sul finire di carriera Ciro Muro ha vissuto in più di un contesto la posizione di allenatore-giocatore. A Caserta e Somma Vesuviana su tutte. Entra poi a far parte della scuderia di De Laurentiis nel settore giovanile del Napoli, con cui Ciro Muro ottiene grandi successi. Oltre alla valorizzazione di tantissimi giovani che ancora oggi militano nelle categorie professionistiche e non.

Passa poi ad allenare la Mariano Keller di Salvatore Righi nell’anno in cui la compagine napoletana intraprese l’avventura in Serie D. Dopo che con il presidente del Boschetto sussisteva un rapporto da molti anni con la scuola calcio. Una breve parentesi anche alla Puteolana 1902.

Non è mai mancato nella carriera di Ciro Muro l’apporto con le scuole calcio con cui ha sempre collaborato da maestro della tecnica. Agorà Academy di Frignano e Centro Ester di Barra le ultime di una lunga trafila.

Potrebbe interessarti

RILIVE | Juve Stabia – Livorno 2-3: colpaccio dei toscani in pieno recupero

JUVE STABIA – LIVORNO 2-3 JUVE STABIA (4-3-3): Provedel, Fazio, Troest (78’ Rossi), …