Il 12 Giugno la Puteolana 1902 ha deciso, a fronte del prossimo campionato, di azzerare tutte le cariche dirigenziali per bandire poi una riunione il 15 Giugno, per stabilire poi una possibile nuova organizzazione. Per un’impressione a caldo sulle decisioni prese dalla società, risponde ai microfoni del Corriere del Pallone, Franco Chietti.

Si aspettava che la Puteolana azzerasse tutti gli incarichi prefissati?

Penso sia più che normale a fine campionato azzerare tutte le cariche passate, ciò non vuol dire che non ci si possa mettere d’accordo per i prossimi incarichi.

Per lei, quindi, è stato un brutto colpo o già si aspettava questa decisione?

Assolutamente, certo è che mi dispiace non aver potuto dare il mio contributo professionale alla Puteolana, a causa della pandemia. Però non è detto che io non possa darlo in un futuro, magari in Serie D.

Quindi lei è speranzoso riguardo il ripescaggio? Crede si possa ambire con facilità alla Serie D?

Secondo me è giusto che la Puteolana faccia la Serie D, per tanti motivi. Non solo per la storia ma per i punti fatti in questo campionato. Quindi penso sia doveroso da parte degli addetti ai lavori, dare la possibilità a questa squadra di poter accedere alla categoria che gli compete. Di fatto è impensabile dare la possibilità ad una società non vedendo le classifiche generali, una squadra arrivata 11° si ritrova in Serie D solo per un criterio di ripartizione geografica. Mentre la Puteolana, in classifica generale messa molto meglio, ma in esubero come squadra del sud non possa salire in D. In ogni caso mi auguro possano cambiare questo tipo di criterio e che i granata possano accedere alla D.

Non ci resta che aspettare la riunione prevista oggi tra i soci per stabilire la futura organizzazione della società granata. Nonché le decisioni della LND.

Potrebbe interessarti

ESCLUSIVA | Le prime dichiarazioni di Luigi Sanchez da tecnico della Mariglianese

È arrivata la notizia ufficiale, il nuovo mister alla guida della Mariglianese sarà Luigi …