Atalanta – Sampdoria 0-0

Risultato a reti bianche tutt’altro che scialbo quello dell’Atleti Azzurri d’Italia. Tante emozioni tra la squadra di Colantuono e quella di Delio Rossi. Romero nel primo tempo e Consigli nella ripresa sono stati i protagonisti di quest’intenso match. Da sottolineare l’espulsione di Lucchini che ha lanciato l’assalto finale della Samp, che non ha sortito però nessun effetto.

Cagliari – Fiorentina 2-1

A Montella non ha giovato la pausa del campionato. A ritorno dalle Nazionali infatti, i viola non hanno proseguito il cammino intrapreso in precedenza verso la Champions. Un ottimo primo tempo del Cagliari piega Jovetic (uscito quasi subito per infortunio) e compagni. Sugli scudi Mauricio Pinilla che sembrava non dovesse partire nell’undici titolare e che invece ha siglato la doppietta d’apertura. Inutile il gol di Cuadrado.

Genoa – Siena 2-2

Spettacolare pareggio in coda alla classifica. Vantaggio di Borriello su punizione deviata. Rimonta senese con il pari del solito Emeghara e il sorpasso targato Rosina su rigore. Pareggio definitivo siglato da Jankovic su assist di Immobile, entrato nella ripresa. Un punto ciascuno che tiene vive le speranze di tutti e non allontana la squadra di Ballardini dalla zona retrocessione.

Inter – Juventus 1-2

Come promesso il derby d’Italia regala emozioni a iosa. Dopo appena tre minuti è Quagliarella a pescare il jolly dal mazzo con una bellissima conclusione delle sue dalla distanza che trafigge Handanovic. Il primo tempo si chiude con la squadra di Conte in vantaggio, ma nella ripresa una bella giocata di Palacio riporta le squadre in parità. Ci pensa Matri a riportare i bianconeri su prima del vano assalto finale nerazzurro.

Lazio – Catania 2-1

Torna alla vittoria la squadra di Petkovic. Non senza patemi. Anzi. Dopo un primo tempo avaro di emozioni è il Catania a passare in vantaggio con un gol rocambolesco di Izco: dopo una serie di batti e ribatti in area biancoceleste Radu prova a rinviare, ma la palla sbatte sul polpaccio dell’argentino e scavalca Marchetti. Poco dopo la mezz’ora della ripresa la Lazio capovolge il risultato nel giro di due minuti: un’autorete di Legrottaglie e un rigore realizzato da Candreva rilanciano i laziali.

Palermo – Roma 2-0

Sull’altra sponda del Tevere non ride la Roma, uscita malconcia dalla trasferta siciliana. Ilicic e Miccoli chiudono i giochi già nel primo tempo. A nulla sono serviti i cambi di Andreazzoli e i tentativi degli avanti giallorossi nella ripresa: la Roma torna a casa senza punti e con le squalifiche di Piris e Osvaldo in vista del derby. Festa rovinata a Totti per i 20 anni di Serie A e rilancio per il Palermo del rientrante Sannino per la salvezza.

Parma – Pescara 3-0

Una straordinaria rovesciata di Amauri chiude una partita pressoché perfetta dei suoi. Il brasiliano trova il gol della domenica (o meglio del sabato) e Donadoni tre punti tanto aspettati quanto fondamentali nella lotta salvezza. Dall’altra parte il Pescara pare quasi si stia abbandonando alla possibilità, oggi molto concreta, di retrocedere. Serve una svolta o è la resa per gli abruzzesi.

Udinese – Bologna 0-0

Abbiamo aperto con uno zero a zero. Chiudiamo il cerchio. Gli emiliani senza Diamanti e Perez riescono a strappare il pareggio in quel di Udine. Una partita questa sì quasi priva di emozioni. A cercare la vittoria è soprattutto, o meglio solo, la squadra di Guidolin: nel primo tempo doppio legno prima con Allan e poi con Lazzari; nella ripresa Di Natale tradisce i suoi facendosi parare un rigore da Curci.

Claudio Musella

Potrebbe interessarti

Fantacalcio, le 5 rivelazioni del finale di stagione: riecco Dybala!

Nove giornate al termine del campionato, e leghe di fantacalcio pronte ad entrare concreta…