Fiorentina-Inter 1-3, l’intervista di Inzaghi

- Advertisement -

Simone Inzaghi, intervistato dalla DAZN squad, ha espresso tutta la soddisfazione per la vittoria dell’Inter e ha elogiato la squadra di cui è allenatore.

“Un gruppo vincente”

Io penso di essere arrivato in un gruppo vincente che aveva appena vinto uno scudetto. Qualcosa ho vinto anch’io. Ci siamo trovati e stiamo lavorando. Grande inizio di stagione, possiamo ancora crescere: nella prima mezz’ora abbiamo sofferto la Fiorentina e le va dato merito, poi nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo e nel secondo tempo abbiamo dimostrato di essere in partita, abbiamo fatto tre goal, potevano essere di più, ma come ho detto prima è una vittoria importante su un campo non semplice, fatto da grande squadra“.

Una buona reazione

Senz’altro abbiamo ottimi colpitori di testa, poi abbiamo Calhanoglu, Dimarco, abbiamo un destro, un sinistro, abbiamo all’occorrenza Brozovic che sanno calciare bene, poi abbiamo struttura, fisicità, elementi che dobbiamo sfruttare, poi è una vittoria molto importante, perché su questo campo non è semplice giocare in questo periodo, c’è entusiasmo, per cui sono soddisfatto soprattutto anche della reazione, perché quando vai sotto su un campo del genere non è mai facile. La squadra non ha perso l’unità, abbiamo parlato nel primo tempo con toni discreti e sono rientrati nel secondo tempo come li volevo vedere“.

Le sostituzioni

Dzeko stava per essere sostituito prima del goal, per Darmian stavamo a vedere con lo staff. Ho la fortuna di avere una rosa molto competitiva. Ho Sanchez che è tornato da dieci giorni e sta giocando molto bene, poi a volte sono i momenti. In quel momento ho messo a fare la punta Perisic, che non faceva la punta da un anno e ha fatto goal e anche noi dobbiamo seguire il momento d’istinto“.

Il discorso negli spogliatoi

Nel primo tempo stavamo sbagliando troppo tecnicamente, abbiamo provato a giocare, perché sapevamo che sarebbero stati feroci nel venirci a prendere. Abbiamo commesso troppi errori tecnicamente, gli ho detto di continuare, perché non avrebbero potuto tenere quel ritmo, dovevamo prendere le corrette posizioni nel campo, siamo rientrati nel migliore dei modi, abbiamo fatto tre goal e probabilmente, aiutati dall’espulsione di Gonzalez, avremmo potuto farne di più“.

Il lavoro della società

Dopo quello che è successo in estate noi dobbiamo continuare. Ho avuto la fortuna di avere una società che ha perso tre pezzi importanti, Lukaku, Hakimi ed Eriksen, però non ci siamo abbattuti e abbiamo cercato di lavorare. Abbiamo portato giocatori importanti e funzionali. Adesso è normale che abbiamo fatto 4 vittorie e un pareggio, però quest’estate si parlava  di meno dell’Inter, ma noi dobbiamo continuare a rispondere “Presenti” sul campo“.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P