Fiorentina 1-1 Juventus | Ennesimo stop per la Juventus, ora la Champions è a rischio

- Advertisement -

Formazione sperimentale per la Juventus di Andrea Pirlo, che propone un inedito 3-5-2 con Ramsey e Rabiot mezz’ali e soprattutto con il ritorno dal 1′ di Dybala a fianco di CR7. I bianconeri non possono sbagliare: la zona Champions è un marasma e l’unico modo per rientrarci al 100% è vincerle tutte, non ci sono più scuse.

Fiorentina che arriva da una buona vittoria a Verona, tre punti fondamentali per allontanarsi dall’incubo retrocessione. Una stagione ben al di sotto delle aspettative ma, nonostante tutto, il grande merito di aver fatto esplodere il talento di Dusan Vlahovic: classe 2000, già sedici centri in campionato e una serie di ottime prestazioni.

Fiorentina – Juventus: il cucchiaio di Vlahovic

Il primo tempo è un monologo Viola: i bianconeri sembrano spenti, pigri, commettono tanti errori tecnici e sembra ci sia una generale mancanza di idee, praticamente un film horror. La Fiorentina non si fa pregare e la schiaccia nella sua porta, fin da subito s’intuisce che per Szczesny non sarà una passeggiata di salute.

Al 12′ Ronaldo perde un pallone sanguinoso a centrocampo, Ribéry fa il bello e il cattivo tempo e lancia Vlahovic, provvidenziale l’uscita in anticipo del portiere polacco.
Al 20′ Pulgar tenta la sorte con un tiro dalla distanza: Bonucci colpito involontariamente e palla che sbatte sul palo e termina docile tra le braccia di Szczesny.
C’è solo Fiorentina in questo primo tempo, al Franchi c’è già odore di gol.

Il vantaggio arriva al 29′ col cucchiaio di Vlahovic su calcio di rigore. Fatale per la Juve il tocco di mano di Rabiot che al VAR non è sfuggito. La Juve tenta una timida reazione, ma è solo al 43′ che riesce a mettere i brividi alla Fiorentina: Bentancur e Dybala dialogano al limite dell’area, tutto di prima, poi mettono Ramsey solo davanti a Dragowski. Il gallese, in allungo, mette la palla sul fondo, ma gli uomini di Pirlo sembrano essersi risvegliati.

Fiorentina – Juventus: Morata flash, ma poco più

Le mosse di Pirlo alla metà sono Kulusevski e Morata e il verdetto del campo è tutto a favore del tecnico. Ci mette trenta secondi lo spagnolo a firmare il pareggio con un sinistro chirurgico che leva la ragnatela dall’incrocio dei pali.
La Juve, galvanizzata dal vantaggio, preme sull’acceleratore, la Fiorentina si compatta e cerca di ripartire affidandosi all’energia di Ribéry, oggi in giornata di grazia.

Fino all’80’ è un assedio juventino, i bianconeri sono padroni soprattutto del centrocampo, dove Bentancur sfodera una grande prestazione. Il palleggio è fluido, la Viola è in palese difficoltà ma regge e alla distanza viene fuori.

Le squadre cominciano a spezzarsi, si aprono delle vere e proprie praterie per chi spinge il contropiede. All’85’ clamoroso liscio di Ronaldo su assist al bacio di Kulusevski, il portoghese oggi ampiamente insufficiente. Sarà l’ultima occasione di una partita che lascia in dote un punto ad ognuna delle pretendenti.

La Fiorentina aggiunge un tassello alla certezza matematica, aspettando il risultato del Cagliari, positivissimi Amrabat, Vlahovic e Ribéry. La Juventus si complica la vita da sola, manca l’assalto al secondo posto e rischia l’aggancio da parte del Napoli, di scena domani contro il Torino. I positivi della gara sono il solito Cuadrado e Bentancur, Ronaldo di nuovo assente ingiustificato.

Fiorentina – Juventus: il tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Pezzella; Igor (72′ Biraghi), Venuti (46′ Martinez Quarta), Amrabat, Pulgar, Castrovilli (85′ Eysseric); Ribery (72′ Kouame), Vlahovic. All. Iachini. A disp. Terracciano, Olivera, Malcuit, Barreca, Montiel, Callejon

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; De Ligt, Bonucci (46′ Kulusevski), Chiellini; Cuadrado, Ramsey (69′ McKennie), Bentancur, Rabiot, Alex Sandro; Ronaldo, Dybala (46′ Morata). All. Pirlo. A disp.  Pinsoglio, Buffon, Arthur, Danilo, Bernardeschi, Frabotta, Felix Correia

ARBITRO: Massa

ASSISTENTI: Meli – Alassio

IV UOMO: Ayroldi

VAR: Giacomelli (AVAR: Ranghetti)

MARCATORI: 29′ Vlahovic, 46′ Morata

AMMONITI: Igor, De Ligt, Caceres, Biraghi

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P