ogliarese

Parte magnificamente il 2019 dell’Ogliarese 2.0 che in quel di Rufoli batte con una strepitosa vittoria La Mennola. Mister Rinaldi, ancora alle prese con alcune assenze di formazione, schiera il solito 4-4-2 e manda in campo: Clemente tra i pali,  centrali di difesa De Caro e dal primo minuti il rientrante Matteo Vicinanza, supportati da Capo e Di Paolo Emanuele, mediana composta dalla coppia di centrali Di Paolo Mario e Carracciolo, sulle fasce i velocisti De Vivo e Sica, in attacco Rinaldi ed Esposto. In panchina Villacaro, Apicella e il rientrate Luzzi.

LA GARA

Primi dieci minuti di incubo per i padroni di casa che vanno subito sotto con una conclusione dalla distanza che sorprende fuori dai pali Clemente. La reazione dei ragazzi di mister Rinaldi non si fa attendere e l’Ogliarese ribalta il risultato. Il pari arriva con un diagonale perfetto di Esposito, poi in volata Sica firma il gol del raddoppio e, infine, Caracciolo confeziona l’assist per Esposito che batte Capacchione e sigla il 3-1.  La prima frazione si chiude con il dominio dei padroni di casa. Nella ripresa i padroni di casa, forse già sicuri del risultato,  si fanno sorprendere e La Mannola ribalta tutto portandosi sul 3-4.

L’Ogliarese non ci sta a buttare i tre punti e trova il gol del 4-4 con Rinaldi che finalizza al meglio un’azione personale. Gli ospiti si portano nuovamente in avanti con un’altro tiro dalla distanza che sorprende Clemente e firmano il 4-5. Mister Rinaldi a questo punto indovina il cambio giusto: fuori uno stremato Sica e forze nuove con Luzzi che dopo pochi minuti firma il suo primo gol stagionale siglando il 5-5. I padroni di casa non si accontentano del pari e con Carracciolo, capitano oggi, trovano il gol vittoria a sei minuti dalla fine.

Non poteva mancare lui al festival del gol.  Al triplice fischio esplode di gioia il “Ventura” di Rufoli dove l’Ogliarese mette in cascina la terza vittoria stagionale.

È raggiante a fine partita il tecnico salernitano Marina Rinaldi:

Partita soffertissima e vittoria meritata. Stiamo pian piano entrando nella mentalità della categoria, bisogna crescere ed imparare a soffrire per farci le ossa senza abbatterci in ogni situazione. Oggi sono contenta per i ragazzi che hanno trovato nella calza della befana tre punti straordinari. Domenica ci tocca una gara proibitiva contro la Nuova Neugemburt che affronteremo con grande rispetto di un avversario blasonato e consapevoli del nostro ruolo di esordienti. Lottando come sempre oltre il novantesimo.

Potrebbe interessarti

Il Sarno si regala Zoppo e Castiglione

Doppio colpo in entrata per il Progetto Sarno che si assicura le prestazioni di Alessia Zo…