Ultima giornata anche per la fase a gironi dell’Europa League, pochi patemi per le squadre italiane essendo Roma e Milan già qualificate.

Un punto che vale primato del girone e sedicesimi per il Napoli

Non il Napoli, che cerca il punto della qualificazione contro la Real Sociedad, nel suo stadio che ufficialmente assume la denominazione di “Diego Armando Maradona”. Non è attesa una gara facile, visto il valore degli spagnoli, secondi al momento nella Liga, e il campo conferma i timori. L’inizio è a favore degli iberici, che hanno una grande occasione sprecata da Portu a porta vuota, poi pian piano la squadra di Gattuso riesce a equilibrare la manovra. Il vantaggio, anche meritato, arriva con un gran tiro dal limite di Zielinski sugli sviluppi di un corner, cosa che pone gli azzurri nelle migliori condizioni per gestire il match, che scivola abbastanza tranquillo fino alla fine della frazione.

La ripresa è una lunga sofferenza e resistenza, la squadra di Alguacil forza i tempi e cinge anche d’assedio l’area di rigore di Ospina, ma i napoletani hanno carattere e difendono con ostinazione il vantaggio. Il pareggio arriva al secondo minuto di recupero ad opera di Willian Josè, risultato che non scalfisce la qualificazione del Napoli al primo posto nel girone, ma qualifica anche gli spagnoli, grazie anche al Rijeka che vince contro l’AZ Alkmaar (2-1).

Sconfitta indolore per la Roma di Fonseca

Non fosse stato per il clima da tregenda che la accoglie in Bulgaria, la trasferta della Roma in casa del CSKA Sofia si poteva anche rubricare come poco più di un’amichevole fuori porta. Il primato consolidato e inattaccabile nel girone permette a Fonseca di far ruotare molto l’organico e di schierare molti giovani, che hanno modo di accumulare esperienza. Uno di questi, Milanese, ha anche la soddisfazione di segnare la rete del pareggio dopo il vantaggio di Rodrigues, poi una doppietta di Sowe su svarioni difensivi dei giallorossi fissa il risultato. Poco male, perché al di là degli errori i giallorossi hanno molte altre occasioni di andare a rete, ma alla fine l’impegno è onorato. Nell’altra gara vince lo Young Boys contro il Cluj (2-1) e si qualifica per i sedicesimi.

La meglio gioventù del Milan conquista il primo posto del girone

Appena più importante la partita del Milan in casa dello Sparta Praga, per contendere il primo posto a distanza al Lione. La qualificazione già certa permette a Pioli una forte rotazione degli uomini, in campo presenta una squadra molto giovane ma comunque agguerrita. I rossoneri non sono mai in difficoltà al cospetto degli avversari, vanno in vantaggio meritatamente con Hauge, sempre più integrato, poi controllano agevolmente fino alla fine. Raggiungendo anche l’obiettivo primo posto, tra l’altro perché i francesi si fanno superare dal Celtic (3-2) e si devono accontentare del secondo posto.

Europa League | Tutte le qualificate

Alla fine si qualificano per i sedicesimi, aspettando anche le retrocesse dalla Champions League, da prime le seguenti squadre.

  • ROMA
  • Arsenal (ING)
  • Bayer Leverkusen (GER)
  • Glasgow Rangers (SCO)
  • PSV Eindhoven (OLA)
  • NAPOLI
  • Leicester (ING)
  • MILAN
  • Villarreal (SPA)
  • Tottenham (ING)
  • Dinamo Zagabria (CRO)
  • Hoffenheim (GER)

Ecco invece, l’elenco delle seconde classificate della fase a gironi.

  • Young Boys (SVI)
  • Molde (NOR)
  • Slavia Praga (RCE)
  • Benfica (POR)
  • Granada (SPA)
  • Real Sociedad (SPA)
  • Braga (POR)
  • Lilla (FRA)
  • Maccabi Tel Aviv (ISR)
  • Anversa (BEL)
  • Wolfsberger (AUS)
  • Stella Rossa (SER)

Potrebbe interessarti

Partite Serie A, turno infrasettimanale: il punto e analisi della 32° giornata

Avvicinarsi alla meta anche senza vincere. Potrebbe essere questa la sintesi che accompagn…