Dopo 4 anni con la maglia dell’ Afro-Napoli United per il difensore classe 1990 Luigi Velotti è arrivato il momento di cambiare aria. In un lungo post sulla pagina facebook, Velotti ha voluto ringraziare quanti lo hanno supportato durante quest’esperienza. E così ha continuato ai microfoni del Corriere del Pallone: “Mi sento di ringraziare tutti coloro che mi hanno supportato in questa splendida avventura. A partire dal presidente Gargiulo fino ad ogni mio compagno di squadra. Qui ho trovato una grande famiglia che porterò per sempre nel cuore.  Purtroppo prospettive future diverse hanno fatto sì che le nostre strade si separassero”.

Per Velotti, però, sguardo rivolto al futuro, con diverse squadre che hanno già puntato gli occhi su di lui: “Sono già stato contattato da diverse squadre, ma al momento non c’è nulla di ufficiale. La mia volontà è quella di sposare un progetto ambizioso, con l’obiettivo di vincere. Spero di approdare in una squadra che mi dia gli stimoli giusti per fare bene”.

Il momento difficile legato allo stop dovuto al Covid-19 ha colpito ogni realtà dell’intero panorama calcistico campano. A tal proposito Velotti ha aggiunto: “Di certo sarà dura ripartire. Basti pensare che l’ultima partita è stata giocata nel mese di febbraio per comprendere quanto sarà difficile tornare a giocare. Al contempo c’è tanta voglia di tornare sui campi e fare la cosa che più amiamo”.

Amarcord

Il difensore campano ha sicuramente avuto la fortuna di trovare tanti tecnici di livello nell’arco di tutta la sua carriera, gli abbiamo però chiesto quale fra i tanti abbia avuto per lui un ruolo rilevante: “Ho avuto tanti allenatori che negli anni mi hanno permesso di crescere. Fra gli altri, però, ricordo in particolare Mister Mimmo Citarelli, che ho avuto a Volla e Scafati. Colui che mi ha invece trasformato è stato Mister Ambrosino, con il quale ho instaurato un ottimo rapporto in quanto è sempre riuscito a darmi gli stimoli giusti per fare bene e ritengo sia un grande allenatore”.

Diversi anche i giocatori di rilievo avuti al proprio fianco, di cui uno con il quale Velotti ha stabilito un rapporto particolare: “Di certo il compagno di squadra con il quale possiedo un rapporto speciale è Peppe De Fenza. Con lui ho legato maggiormente rispetto a tutti gli altri e ne conservo un rapporto che va al di fuori del rettangolo di gioco”.

Potrebbe interessarti

Paola Ferrari attacca Diletta Leotta: “Showgirl, non giornalista sportiva. Strada diversa dalla mia”

Paola Ferrari ancora protagonista in Tv. Dopo la gaffe sul possibile ripescaggio della Juv…