GRAGNANO. Manca solo una gara ed anche la stagione per il campionato di serie D chiuderà i battenti. Dopo una stagione complessa, il Gragnano dovrà giocarsi la permanenza nell’interregionale attraverso la fase dei playout.

I ragazzi del tecnico Rosario Campana, hanno dovuto superare tantissime difficoltà nel corso della stagione, tra infortuni e problemi vari. Bisogna evidenziare che la compagine gialloblù è una squadra giovane che è andata a confrontarsi in un girone di ferro, quello pugliese, dove vi albergano tante corazzate. C’è da dire che però, il Gragano ha sempre venduto cara la pelle affrontando ogni gara a viso aperto.

L’ultimo match di questa lunghissima stagione, vedrà i gialloblù affrontare in trasferta, la già retrocessa Granata. In palio ci sono 3 punti che valgono d’oro.
Abbiamo raggiunto  il dirigente accompagnatore, nonchè curatore della comunicazione, Salvatore Russo, che ci racconta l’ambiente il quel di Gragnano.

Manca solo una giornata al termine della stagione, un’annata difficile per il Gragnano

Si siamo quasi giunti al capolinea di una stagione molto complicata sotto vari aspetti.
In primis la mancanza di grosse risorse economiche, per via della crisi che sta attraversando il calcio campano ha investito anche la nostra piccola società. Purtroppo senza grossi investimenti economici, bisogna puntare su un progetto di ridimensionato spesso definito come “progetto giovani”.
Quindi può capitare che questi giovani abbiano la giusta esperienza, fisica e mentale, per poter affrontare tutte le insidie che riserva il campionato di  serie D e  in modo particolare il  girone pugliese, a mio avviso tra i più difficili della categoria.  Abbiamo pagato la poca esperienza dei ragazzi perdendo gare allo scadere, come è capitato contro la Gelbison due settimane or sono

L’ultima giornata sarà in trasferta contro il già retrocesso, Granata

L’ultima giornata saremo di scena contro la compagine del presidente Battiloro: loro, anche se sono già retrocessi,  non hanno una squadra inferiore alla nostra, anzi ci sono uomini di esperienza e giocatori di tutto rispetto.  Penso che si ritrovino in quella posizione in classifica,  solo per un susseguirsi di eventi sfortunati. Durante la gara di andata mi hanno dato una buona impressione di gioco, e penso che venderanno cara la pelle per onorare al meglio la chiusura della loro stagione.  Quindi bisognerà andare al Vallefuoco di Mugnano carichi, concentrati e consapevoli del fatto che nessuno ci regalerà nulla

La permanenza in serie D passerà per i playout

Ebbene si, giocheremo il nostro primo playout dopo tre salvezze consecutive. Indipendentemente da chi affronteremo, sicuramente non sarà una gara facile, soprattutto se hai lo scontro fuori casa, dove bisogna vincere a tutti i costi, visto che anche un eventuale pareggio porterebbe alla salvezza della squadra di casa. Però conoscendo i metodi di lavoro di mister Campana, sono sicuro che nulla sarà lasciato al caso.  Il mister, svolge un grande lavoro a 360°,  è un allenatore di primo livello e lo ritengo un lusso per questa categoria. Faccio un plauso al tecnico Campana e al suo  vice Francesco Russo, il quale  sta dedicando anima e corpo alla causa Gragnano in questi due anni

Cosa ti aspetti da questa fase cruciale dei playout

Da questa fase cruciale mi aspetto tanta intensità ed un alto senso di responsabilità da parte dei ragazzi in campo, sappiamo che dobbiamo soffrire e dimostreremo di essere capaci di farlo perchè la posta in gioco è davvero molto alta. Ed inoltre  mi aspetto un pizzico di fortuna in più, che non guasta mai, per rinfrancarci un pò

Potrebbe interessarti

Il punto sul girone A di Eccellenza – Di Liddo: “Giornata senza clamori, l’Afragolese continua il suo campionato”

NAPOLI. Dopo la 5° giornata del campionato di Eccellenza girone A è tempo di tirare le som…