Savoia, le parole di Guastamacchia in esclusiva

E’ stato un titolare inamovibile sotto la gestione di Gigi Squillante, mentre con l’avvento di Sasà Campilongo ha trovato meno spazio, ma non per questo ha fatto mancare il suo prezioso apporto alla causa oplontina. Stiamo parlando di Antonio Guastamacchia, centrale pugliese classe 1995, ma con alle spalle importanti esperienze con le maglie di Lecce, Rimini, Aversa Normanna e Turris. Sul nostro numero online di domani potrete trovare integralmente l’intervista esclusiva che abbiamo realizzato con lui, e della quale vi forniamo qui un’anticipazione. Tanti i temi trattati, a cominciare dal momento della compagine biancoscudata, per arrivare al suo futuro.

Questa una parte delle sue dichiarazioni: “Mi trovo bene qui e sono orgoglioso di indossare questa maglia e di rappresentare questa città. Il Savoia è una vera famiglia, con persone serie e competenti e non escludo di restare a Torre Annunziata anche il prossimo anno. Poco spazio con Campilongo? Bisogna saper accettare le scelte dell’allenatore, penso che ogni calciatore vorrebbe giocare di più, ma l’importante è farsi trovare sempre pronti per dare il massimo quando si viene chiamati in causa. In questo periodo commettiamo troppi errori, dobbiamo stare più attenti a quei dettagli che fanno la differenza. A cominciare già dalla partita contro la Sarnese (all’andata suo il gol decisivo, ndr), per la quale abbiamo tanta rabbia e voglia di rivincita. Le critiche dei tifosi? Concordo con capitan Poziello: la contestazione dei tifosi dispiace, siamo noi i primi a non essere contenti degli ultimi risultati. A loro dico di starci vicino e di lottare insieme a noi per raggiungere i playoff”.

Potrebbe interessarti

La Turris “si beve” il Marsala: al “Liguori” termina 3-0. I corallini di Fabiano vincono i playoff del Girone I

E’ da poco terminata allo stadio “Liguori” di Torre del Greco la finale …