Il nome di questa associazione sportiva ‘la dice tutta’.

Era il lontano “2002” ed un gruppo di amici prendeva appuntamento al bar del paese di Castellammare di Stabia, per parlare come di consueto di calcio e dei propri beniamini della squadra paladina, la Juve Stabia.

Tra mille osservazioni ed opinioni mosse, ad un certo punto un gruppo di persone si allontana a chiecchierare verso un albero, l’albero delle idee, diventato poi simbolo dell’unione dei sui membri.

Nasce una proposta, perché non fondare una squadra di calcio amatoriale o meglio di terza categoria? Nessuno ricorda chi fosse stato a lanciare l’idea ma tutti ricordano che quella frase fece gol!

Esultanza e voglia di iniziare animarono il resto del pomeriggio. Così si partì in questa nuova avventura, tentando di dare il meglio di se e tra le righe giocatori novelli e d’esperienza.

Il più veterano, Francesco Longobardi non è stato tra i fondatori ma è quello che ha sposato questa idea sin dall’anno dopo e non l’ha mai lasciata, fino ad arrivare all’età di quarant’anni e al 2019, dove ha visto il suo sogno ralezzarsi prima con la vittoria del campionato di terza e poi domenica scorsa, quello di seconda con la meritata promozione in Prima Categoria.

Una squadra formata da studenti e professionisti, di notte a studiare ed il pomeriggio ad allenarsi per raggiungere il sognato obiettivo. Una squadra senza Campo, poiché ospiti a Casola e non ben voluti nel proprio comune di Castellammare. Anche i posti per allenarsi scarseggiavano e spesso ci si arrangiava in piccoli parchi e con attrezzature autoprodotte.

Capitale zero, nessun rimborso e solo autofinanziamento. Vogliosi di vincere solo per la vera passione. Questo è il vero sport! Obiettivi: passione, soddisfazione e non soldi!

Certo i momenti di buoio sono arrivati ma come ci racconta Mr. Gennaro Coppola,  sono proprio le sconfitte che fanno capire come potre agire meglio e negli ultimi tre anni da leader della squadra, è stata la partita persa con il Longobarda Salerno, il momento in cui i suoi uomini lo hanno convinto, mettendo in pratica ottimi tatticismi e tanta grinta. Il Mister non ha avuto più dubbi, la Stabia Friends poteva farcela a vincere il campionato.

La Stabia Friends infatti lo ha vinto e proprio in concomitanza con la promozione in serie B della Juve Stabia.

Qualità, personalità, primi per quasi tutta la stagione, miglior attacco e miglior difesa sono aspetti che hanno caratterizzato la compagine per tutta l’annata.

Per ora però la società di Mario Guida, tutta la rosa guidata da Mister Gennaro Coppola, il suo secondo Mr Luigi Criscuolo, il preparatore Donnarumma ed il dirigente accompagnatore De Angelis, vogliono godersi il momento e per fare progetti è ancora presto, unica cosa certa è che alcune leve dovranno essere sostituite a causa dell’età e nuovi giovani saranno testati.

A tutti loro un grandissimo in bocca al lupo!

 

Potrebbe interessarti

Post lockdown: uno sguardo dall’altro mondo

In questo periodo della vita, scombussolati tra quarantene forzate e post lock down, l’uni…