POZZUOLI. I giovani sono il futuro del calcio: frase scontata ma poi non tanto. Sopratutto perchè questo concetto trova, spesso e volentieri, tante difficoltà a diventare realtà. Tanti sono i giovani che da under calcano i campi della scena dilettantistica e che con serietà e determinazione cercano di trovare il proprio posto tra i “grandi”.

Promettente attaccante classe 2001, prima punta, dotato di un potente tiro, Yuri Duca quest’anno ha giocato tra le fila della Flegrea in Eccellenza. Duca ha giocato, subentrando, 23 partite in prima squadra, e ben 16 con la Juniores, realizzando con quest’ultima ben 21 gol.  Con la Juniores della Flegrea, Yuri Duca si è proclamato campionde del girone F ed è giunto fino alle fasi della semifinale regionale.

Duca negli ultimi 5 anni ha militato con l’Internapoli, nella Recca e nella Juve Domizia, dove il presidente Gennaro Di Razza, lo faceva giocare con i ragazzi più grandi di due anni. Ottimo atleta, con una buona fisicità, Yuri Duca ha di certo dinanzi a sè un futuro ricco di gol e soddisfazioni.

Yuri al primo anno con i grandi quali emozioni per te

Per me ogni volta che entro in campo è un’ emozione straordinaria : sono abituato a  fare il possibile per dare una mano alla squadra, e quindi al sacrificio in campo. Quest’anno per me è stato importante. Per la prima volta in vita mia, ho partecipato al campionato di Eccellenza, come under. E’ stata una grande soddisfazione, sia giocare in prima squadra con la Flegrea, sia vincere il titolo di campioni di girone con la Juniores. Ho iniziato con il piede giusto la mia prima esperienza con il calcio adulto. Sono stato felice di affrontare squadre come Giugliano, Frattese, Afragolese, e tante altre, composte da grandi campioni, di categorie superiori prestati alla massima serie regionale.

Il ricordo più bello di questa stagione

Il mio ricordo più bello è stato la gara contro l’allora capolista, la Frattese, noi lottavamo  per raggiungere la salvezza. Perdevamo per 2 -0,  il mister Califano mi dice di entrare in campo per dare una mano al reparto offensivo . La partita è finì per  4-2 per noi . Ho quasi sfiorato il gol sul finale, tentai la giocata vincente, con una palla conquistata a centrocampo, con un’azione personale arrivo in area nerostellata, ma sfortunatamente il pallone andò di poco al lato.  Quel gol sarebbe stato la ciliegina sulla torta

Quest’anno qual’è stata la soddisfazione più grande

Per me la soddisfazione più grande  è stata  la convocazione in Rappresentativa Juniores Campania per il secondo anno consecutivo. L’ anno scorso, c’era il mister  Cuomo,  al quale faccio gli auguri di pronta guarigione, e quest’anno sono stato con il tecnico  La Manna che ringrazio per avermi dato fiducia  per il torneo delle Regioni, al quale purtroppo non ho potuto partecipare per un infortunio muscolare. Però sono riuscito poi, a partecipare al Torneo dei Gigli dove siamo usciti ai rigori in semifinale contro la Beretti della Cavese. Quella in Rappresentativa è stata  una bellissima esperienza che spero di ripetere ancora

I tuoi obiettivi per la prossima stagione

Per la prossima stagione l’ obiettivo è sempre lo stesso:  cercare di giocare quanto più possibile ed allenarmi seriamente e duramente.  Voglio giocare quanto più possibile,  sono un 2001 prima punta e ho ancora  tanto da imparare e per questo ho bisogno di giocare quanto più possibile.  Ho voglia di migliorarmi sempre di più. E sarò sempre pronto quando verrò chiamato in causa per dare una mano alla mia squadra

Potrebbe interessarti

Il punto sul girone A di Eccellenza – Di Liddo: “Giornata senza clamori, l’Afragolese continua il suo campionato”

NAPOLI. Dopo la 5° giornata del campionato di Eccellenza girone A è tempo di tirare le som…